Cécile Kyenge, shopping in auto blu con scorta. I passanti: “Vergogna” (Libero)

di Redazione Blitz
Pubblicato il 19 febbraio 2014 13:48 | Ultimo aggiornamento: 19 febbraio 2014 13:48
Cécile Kyenge, shopping in auto blu con scorta. I passanti: "Vergogna" (Libero)

La foto su Libero

ROMA – Cécile Kyenge fotografata mentre esce, con shopping bag in mano, da una boutique di lusso del centro di Roma e sta per salire su una lussuosa auto blu guardata a vista dai marcantoni della scorta mentre sullo sfondo sfilano i 60 mila artigiani e piccoli imprenditori disperati dalle tasse che pagano anche per mantenere Kyenge e i suoi colleghi a stipendi, pensioni, autoblu e scorte.

La vicenda è imbarazzante e rivela un aspetto di Cécile Kyenge che delude non poco, anche se le si può concedere, come a qualsiasi donna in crisi sentimentale, la consolazione dello shopping.

Ma Cécile Kyenge è anche ministro e se per questo anche ministro dei più deboli e degli emarginati. La foto è un po’ uno schiaffo per loro come per i tanti di noi che ci dissanguiamo con le tasse.

La foto è sul quotidiano Libero, che la commenta così:

Basterebbe una foto, anche perché le parole sono finite da tempo: l’ex ministro Cécile Kyenge – quella del meticciato, della lotta alle discriminazioni, delle battaglie per la cittadinanza facile – se ne esce, in tenuta da shopping e borsa alla mano, da un negozio d’alta moda, in via Frattina, piena zona pedonale di Roma, e si dirige verso un’auto blu, con un’altra berlina dietro e quattro guardie del corpo pronte a garantirle uno shopping sicuro.

Sullo sfondo il popolo delle partite Iva, quello che non ce la fa più a reggere il carico fiscale, quello che chiede di finirla con la burocrazia, quello che ieri denunciava, proprio a pochi passi, la chiusura di 372mila imprese nel 2013. La foto è del direttore de La Padania Aurora Lussana. Altre ne sono state scattate da alcuni esponenti grillini, artigiani, commercianti, titolari di azienda. Quando hanno visto guardie del corpo e auto blu, si sono assiepati davanti al negozio. E Kyenge si è ritratta in camerino, prima di scattare verso la Volkswagen che l’ha condotta al riparo da occhi indiscreti, mentre fuori la folla gridava: «Vergogna». Quegli scatti stanno facendo il giro di Facebook, scatenando un’ondata di commenti sdegnati, e anche qualcosa di più.