Cortina d’Ampezzo, indagati 19 vigili: ipotesi di reato è di peculato sui soldi delle multe

di Redazione Blitz
Pubblicato il 4 giugno 2014 11:04 | Ultimo aggiornamento: 28 novembre 2016 11:35
Cortina d'Ampezzo, i vigili si tenevano i soldi delle multe: 19 denunciati

Cortina d’Ampezzo, i vigili si tenevano i soldi delle multe: 19 denunciati

ROMA – Diciannove vigili urbani indagati. I verbali delle infrazioni al Codice della strada sono finiti nelle carte della procura: l’ipotesi di reato formulata dalla procura della Repubblica è di peculato sui soldi delle multe, a Cortina d’Ampezzo.

Come riporta Il Mattino,

la vicenda riguarda un periodo di circa 10 anni e in totale 19 vigili che sono stati in servizio nella località ampezzana. I finanzieri hanno scoperto che era pratica diffusa di vari agenti di trattenersi le somme riscosse in contanti, pur in presenza dell’obbligo di versarle sul conto corrente del Comune a scadenze prestabilite. Vari vigili non avrebbero versato tempestivamente le somme riscosse, sottraendole, a volte per mesi o per anni. I finanzieri hanno acquisito, presso gli uffici del Comando Polizia Locale di Cortina, tutti i verbali e i relativi documenti contabili, nonché tutta la contabilità relativa agli incassi.

La ricostruzione effettuata dai militari, per ogni mese e per ogni agente,

ha permesso di accertare, ad esempio, che un agente per quasi 4 anni non aveva mai effettuato versamenti arrivando a trattenersi una somma di quasi 7.000 euro. In alcuni casi è stato riscontrato che gli agenti hanno restituito, dopo molto tempo, le somme indebitamente trattenute, riversandole al Comune direttamente dai propri conti correnti personali.