Europee, Giuseppe Scopelliti ko: ora cerca i “traditori” in Ncd

di Redazione Blitz
Pubblicato il 27 Maggio 2014 20:25 | Ultimo aggiornamento: 27 Maggio 2014 20:26
Europee, Giuseppe Scopelliti ko: ora cerca i "traditori" in Ncd

Giuseppe Scopelliti (Foto LaPresse)

REGGIO CALABRIA – Giuseppe Scopelliti incassa il ko alle elezioni europee e cerca i traditori in Ncd. Giovanni Verduci su Il Quotidiano della Calabria analizza i risultati ottenuti nelle elezioni europee del 25 maggio. Scopelliti è stato bocciato a Reggio, nella sua roccaforte, scrive Verduci, solo 690 le preferenze a Catanzaro, mentre a Cosenza è stato superato da Filippo Piccone, che ha ottenuto 500 voti in più dell’ex governatore.

Verduci scrive sul Quotidiano della Calabria:

“Il sogno di portare a Bruxelles il “modello Reggio” si è infranto sullo scoglio più duro per un politico: il dato delle urne . La sconfitta cancella le aspirazioni del governatore dimissionario della Regione Calabria che, dopo la condanna in primo grado rimediata al termine del processo sul “Caso Fallara”, aveva puntato tutte le sue fiche sulla scalata europea. La carriera dell’enfant prodige della politica calabrese è giunta ad un punto di non ritorno”.

Ora a Scopelliti non resta che analizzare i risultati delle elezioni europee:

“Qualcuno dice che sia volato a Roma per sfogarsi con Angelino Alfano, chiarire i contorni della vicenda con il senatore Gaetano Quagliariello: il primo sponsor dell’abruzzese Piccone che lo ha staccato di 500 voti, e chiedere più spazio dentro il partito. Chi lo conosce dice che parlerà, ma non subito, che si sfogherà ma non prima di essersi chiarito le idee”.

L’analisi di Verduci continua:

“Giuseppe Scopelliti, che il partito l’ha fatto crescere regalandogli anche la deputazione più numerosa, raccogliendo 42218 preferenze non è andato oltre il terzo posto. In campagna elettorale erano ben più alte le cifre attese.

Davanti a lui si è piazzato Filippo Piccone, il candidato abruzzese che lo ha staccato di 545 voti. L’ex sindaco di Celano, sponsorizzato da Gaetano Quagliariello, aveva stretto un accordo elettorale con Giuseppe Scopelliti. I numeri, però, dicono che qualcosa non ha funzionato. In Calabria, infatti, il senatore del Nuovo centrodestra ha raccolto 9591 preferenze. L’ex sindaco di Reggio Calabria, invece, dall’Abruzzo è uscito con le ossa rotte raccattando solo 270 voti. Lo stesso è successo nelle altre regioni della circoscrizione meridionale nelle quali Scopelliti ha raccolto solo delusioni”.

E così si apre la caccia al “traditore”:

“Ora si è aperta la caccia al “traditore” e un partito appena nato rischia di patire una scossa mortale. E su Twitter, dove c’è anche chi lancia l’hashtag #scopellitiseifinito, Renato Meduri: grande vecchio della destra reggina molto vicino a Giuseppe Scopelliti, non si trattiene e rende palese il retroscena del momento: “Confesso di essere molto amareggiato per la sconfitta di Scopelliti alle Europee. E’ stato tradito da molti presunti amici calabresi e reggini”.