Rassegna Stampa

Genova, comune contro slot machine: via le sale e la pubblicità

Genova, comune contro slot machine: via le sale e la pubblicità

Genova, comune contro slot machine: via le sale e la pubblicità

ROMA – Il comune di Genova contro le slot machine: via le sale e via la pubblicità. E il Tar della Liguria dà l’ok.

L’articolo del Corriere della Sera:

Riconosciuto al Comune da una sentenza il potere di regolamentare spazi, distanze commerciali e imporre divieti oltre quelli definiti dalla legge regionale. Approvato anche il no alla pubblicità per l’esercizio e l’apertura delle sale gioco, compreso il divieto di affiggere all’esterno dei locali cartelli (anche scritti a mano) con le vincite. Non passa al vaglio del Tar l’articolo con cui il Comune voleva ridurre l’orario di apertura delle sale dalle 9 alle 19.30, ma — dice il Tribunale — questo può essere possibile con un’ordinanza del sindaco. Entra invece in vigore, per le nuove autorizzazioni e per i rinnovi di quelle esistenti, la distanza minima di 300 metri per sale giochi, agenzie di scommesse e ippiche, da scuole e Università, chiese, cimiteri, impianti sportivi, stabilimenti balneari, spiagge, residenze protette, parchi e giardini pubblici. Per banche, Poste e bancomat la distanza minima è di 100 metri. Il regolamento di Genova è il più restrittivo in Italia.

To Top