Guardia Forestale: sarà assorbita dalla Polizia ma manterrà le sue competenze

di Redazione Blitz
Pubblicato il 24 Aprile 2015 8:29 | Ultimo aggiornamento: 24 Aprile 2015 8:29
L'articolo del Messaggero

L’articolo del Messaggero

ROMA – “Non è una marcia indietro rispetto al progetto di accorpamento che resta intatto – si legge in un articolo del Messaggero –  Ma la Guardia Forestale manterrà la «unitarietà delle funzioni attribuite». Significa che i forestali continueranno a fare quello che fanno oggi, dalla tutela dell’ambiente al controllo della sicurezza della filiera agro-alimentare”.

L’articolo del Messaggero: In un clima infuocato, ieri in aula al Senato il relatore alla riforma della Pubblica amministrazione, il Dem Giorgio Pagliari, ha utilizzato il cavallo di Troia di un emendamento parlamentare per riformulare il testo del governo che prevede l’accorpamento della Guardia Forestale. Innanzitutto viene precisato che i forestali saranno assorbiti in «altro corpo» e non in «altri corpi», come era scritto nella precedente formulazione. Una dicitura che aveva fatto sorgere il sospetto di un possibile spacchettamento dei forestali da distribuire tra le altre forze di polizia. A questo punto, invece, il loro destino è abbastanza segnato. Ad assorbire il corpo dovrebbe essere la Polizia di Stato ma, come specificato dall’emendamento riformulato ieri dal relatore, i forestali continueranno a mantenere le loro funzioni diventando una polizia «specializzata», come per esempi la polizia ferroviaria o quella postale. LA DISCUSSIONE Ieri, tuttavia, l’emendamento non è stato approvato. La discussione è stata rinviata ad un’altra seduta. Se ne riparlerà la prossima settimana, perché oggi, intanto, inizierà la discussione in Senato sul Def, il documento di economia e finanza. Una volta votato il Def, comunque, si ripartirà esattamente da dove ci si è fermati, ossia l’articolo 7 della riforma della pubblica amministrazione. Un articolo rilevante non solo per l’accorpamento della forestale in un altro corpo di polizia, ma anche per altre novità contenute al suo interno. A cominciare dai nuovi poteri del premier (…).