Il gettito Iva torna a crescere. Gloria Grigolon, Italia Oggi

di Redazione Blitz
Pubblicato il 8 Giugno 2015 9:34 | Ultimo aggiornamento: 8 Giugno 2015 9:34
Il gettito Iva torna a crescere. Gloria Grigolon, Italia Oggi

Il gettito Iva torna a crescere. Gloria Grigolon, Italia Oggi

ROMA – “Entrate tributarie positive ad aprile e gettito Iva in aumento dello 0,6%, nonostante il calo delle imposte indirette – scrive Gloria Grigolon di Italia Oggi – I dati pubblicati ieri dal ministero delle finanze nel Bollettino di aprile, mostrano una crescita delle entrate tributarie legate all’imposta sul valore aggiunto, tornato in positivo con un +0,6% dopo un primo trimestre 2015 in diminuzione”.

L’articolo di Gloria Grigolon: Tra le voci artefici dell’incremento, l’aumento dei prelievi sulle importazioni ha pesato un +0,7% (-0,8% a marzo 2015), mentre l’applicazione del meccanismo dello split payment per il pagamento dell’imposta sul valore aggiunto da parte della pubblica amministrazione ha raggiunto i 567 milioni di gettito. Oltre alla componente sugli scambi interni, che ha toccato la cifra di 24.284 mln di euro (-1,7% rispetto al medesimo dato sul periodo 2014), sull’incremento dell’imposta indiretta hanno influito i 4.169 milioni relativi alle importazioni dai paesi extra Ue. In termini settoriali, si apprende dal documento, la dinamica negativa sugli scambi interni ai fini Iva è ascrivibile ai settori dell’Industria (-5,1%), alla fornitura di energia elettrica e gas (-16,6%) e ai servizi privati (-0,3%); in territorio positivo il commercio degli autoveicoli (+11,4%) e il commercio al dettaglio (+9,4%) e all’ingrosso (+3,8%). L’incremento Iva non è stato sufficiente a compensare il decremento delle imposte indirette, che ad aprile hanno segnato un risultato totale pari al -2,1% (55.306 mln). Su tale dato hanno pesato il -8,1% delle imposte di bollo, il -2,2% dell’imposta di registro e il -4,8% delle imposte ipotecarie. Gravi inoltre le riduzioni sulle accise da prodotti energetici e derivati, il cui gettito è sceso del 4,5% nei primi 4 mesi dell’anno; analogamente per le accise su energia elettrica e gas naturale, rispettivamente in calo del 13,5 e del 43,7% (…).