Il Giornale: “Politici diffamati da risarcire in base ai voti”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 30 Luglio 2014 14:26 | Ultimo aggiornamento: 30 Luglio 2014 14:26
Il Giornale: "Politici diffamati da risarcire in base ai voti"

Il Giornale: “Politici diffamati da risarcire in base ai voti”

ROMA – Il senatore che è stato diffamato va risarcito in base agli elettori presenti nel suo collegio. Insomma, in base ai voti. Nei giorni scorsi, riporta il Giornale, è uscita una sentenza della Cassazione che farà discutere.

A incassare un sostanzioso risarcimento (ma la cifra esatta non è nota) sarà un ex senatore dell’Ulivo, Michele De Luca, ora magistrato in pensione, che il Giornale di Parma aveva osato definire «un assenteista che si era fatto sponsorizzare da Walter Veltroni “parlando malissimo” di Massimo D’Alema».

Il direttore del quotidiano condannato per diffamazione aveva fatto ricorso contestando anche la «sproporzionata quantificazione del danno» liquidata in favore di De Luca dal tribunale di Parma e confermata dalla corte d’Appello di Bologna nel 2008.

Secondo gli ermellini, tra i motivi del maxirisarcimento oltre «l’omessa verifica costituiva sintomo di intenzione meramente denigratoria», bisogna riconoscere che «il danneggiato era stato eletto senatore in una circoscrizione con circa 90mila elettori». La notizia era stata smentita nella pagina delle lettere ma per i giudici a quello spazio «non poteva attribuirsi valenza riparatoria».