Inps, conti in rosso anche nel 2015. Ma il bilancio migliora rispetto al 2014

di Redazione Blitz
Pubblicato il 4 febbraio 2015 8:27 | Ultimo aggiornamento: 4 febbraio 2015 8:27
Inps, conti in rosso anche nel 2015. Ma il bilancio migliora rispetto al 2014

Inps, conti in rosso anche nel 2015. Ma il bilancio migliora rispetto al 2014

ROMA – Resteranno negativi anche quest’anno, malgrado siano in miglioramento rispetto al 2014, i conti dell’Inps. Secondo il bilancio preventivo del 2015 il risultato economico di esercizio sarà negativo per 6,8 miliardi ma in miglioramento di 5,3 miliardi rispetto alle stime aggiornate per il 2014 (-12,151 miliardi).  Il bilancio tiene conto del Def e della legislazione vigente al 30 settembre 2014 ma non ancora della legge di stabilità. Nel 2015 ci si attendono 6.701 milioni di disavanzo finanziario di competenza (con un miglioramento di 1.119 milioni rispetto alle previsioni aggiornate del 2014) e 6.845 milioni di disavanzo economico di esercizio (con un miglioramento di 5.306 milioni rispetto alle previsioni aggiornate del 2014). Le entrate contributive previste ammontano a 213.564 milioni (+2.318 milioni rispetto alle previsioni aggiornate del 2014) mentre le spese previste per prestazioni istituzionali raggiungono i 307.239 milioni (+2.120 milioni rispetto alle previsioni aggiornate del 2014).

“Anche il bilancio preventivo 2015 – sottolinea il Civ Inps – evidenzia la tenuta dei conti del sistema previdenziale italiano, nonostante il perdurare della crisi economico finanziaria. Questa positiva osservazione non consente, tuttavia, di ritenere esauriti i necessari interventi strutturali. Solo questi potranno consentire la piena sostenibilità – anche e soprattutto nel lungo periodo – del sistema previdenziale a garanzia delle aspettative di giovani, lavoratori, pensionati ed imprese”.