Inter, Walter Mazzarri annuncia la svolta: “In difesa giocherò a quattro”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 22 Maggio 2014 22:37 | Ultimo aggiornamento: 22 Maggio 2014 22:37
Inter, Walter Mazzarri annuncia la svolta: "In difesa giocherò a quattro" (prima pagina Gazzetta dello Sport)

Inter, Walter Mazzarri annuncia la svolta: “In difesa giocherò a quattro”
(prima pagina Gazzetta dello Sport)

MILANO – Walter Mazzarri, l’allenatore dell’Inter,  parla di stagione positiva ed assicura: «Resto». Poi annuncia la svolta, la virata tattica: «In difesa giocherò a 4. Per farla bene ci vorrebbe Luiz Gustavo, ma è irraggiungibile». Più abbordabile Mario Suarez. Ne parla La Gazzetta dello Sport in un articolo a firma di Matteo Dalla Vite. Riportiamolo di seguito.

“Un foglietto tormentato fra le mani, come nel suo primo giorno interista. Sull’«autopizzino» ci sono le linee guida del domani e i numeri della stagione appena finita. «E i numeri non mentono mai» puntualizza WM. Mazzarri dice tanto. Anche che resta, che il rinnovo forse arriverà e che gli piacerebbe avere uno come Luiz Gustavo in mezzo al campo. Rivelazioni. Soprattutto un messaggio per far capire che per tornare ad alti livelli serve gente così, da business class .

Mercato decisivo e Champions. Mazzarri ieri ha voltato pagina ma ha già in mente l’Inter del futuro, un’Inter che lui vorrà migliorare. Ma che Inter sarà? Controproducente parlare di Champions, ma con i puntelli giusti migliorare e alzare l’asticella si può. Senza fanfare e in silenzio. «Cercherò di tirare al massimo la macchina oltre le aspettative, non bisogna mai porsi limiti però le basi di partenza ci vogliono, oggettive». Tutto dipenderà dal mercato.

Mi faccio in… 4. Le parole di WM hanno confermato ciò che la sua testa diceva da tempo: ha sposato il progetto attuale (e per ora annuale) e in un certo modo si rimetterà in gioco perché le sfide lo caricano a pallettoni: la rivelazione (sussurrata più volte) sulla difesa a quattro significa variare, provare, migliorare. Trovare altre vie che diano imprevedibilità, bel gioco. E’ quel che vuole lui e pure Thohir, come la gente. Mazzarri sa che il big serve, e palesa il nome di Luiz Gustavo non a caso. Il ruolo da non fallire è quello del centrocampista centrale. Se c’è uno sforzo da fare, insomma, WM lo vuole lì.
Due tentativi e clausola monstre Ma per Luiz Gustavo (Wolfsburg, 26 anni, nazionale brasiliano) l’Inter c’ha provato due volte. Una a gennaio, l’altra venti giorni fa: il primo della lista è (era) lui, ma la situazione è simile a una scalata dell’Izoard coi piedi piombati, un’impossibile faticaccia. Luiz Gustavo è un giocatore che piace perché sa fare il centrocampista centrale – e quindi sa impostare – ma sa anche arretrare fra i due difensori centrali nel momento della fase difensiva o di quella offensiva dei laterali di una difesa a 4. Per WM Luiz Gustavo è il «non plus ultra», e rischia di diventare un sogno perché il prezzo è mostruoso: l’Inter ha tentato di averlo a gennaio proponendo al Wolfsburg un prestito a 2 milioni di euro. Niente. E non è certo colpa di Ausilio se il Wolfsburg vive nell’oro a tal punto da blindare il giocatore (che guadagna 4,2 milioni di euro) con una clausola rescissoria di 33 milioni. C’è stata anche un mezza idea legata a Guarin, per uno scambio con conguaglio: impercorribile.

Mario Suarez, l’altro guerriero E allora? E allora i nomi sono quelli, a centrocampo: da Javi Garcia a Lucas Leiva, da Obi Mikel a Xhaka, Behrami fino a William Carvalho (Sporting Lisbona). Ma alla fine il nome più caldo è Mario Suarez, finalista di Champions con l’Atletico Madrid. Il problema è legato ai costi, ma l’obiettivo di ripartenza di Mazzarri è quello di affidarsi ad un guerriero e Suarez (27 anni, spagnolo) vale 15 milioni. Vale e costa insomma, ma adesso è passato lui in pole-position nel listone di WM.

Chicharito dreame Ince jr Ma il sogno è anche davanti e sempre secondo il solito bivio: prima punta o seconda duttile? Sono stati sondati Dzeko e poi Morata: nada. Quindi Torres per poi pensare anche a Lamela e Javier «Chicharito» Hernandez che piace tantissimo a Thohir. E Chicharito sarebbe il preferito, ma chissà cosa ne pensa Van Gaal… Il tutto mentre Tom Ince dice: «L’Inter è un’opzione seria». Arriverà.

ET: Avanti insieme E Thohir? Ha letto le parole di Mazzarri e gli sono piaciute. «Ha detto cose giuste – fa il numero uno – andiamo avanti insieme un altro anno, l’importante è la fiducia reciproca e la condivisione di vedute. Cresceremo e ci concentreremo sugli obiettivi di anno in anno». ET e WM si vedranno ancora a inizio prossima settimana. Ci vorranno programmi chiari per un’amicizia lunga: condivisione totale. Poi il rinnovo arriverà. Lo sanno entrambi, e il mercato potrà saldare l’unione. Mazzarri, a Napoli, è arrivato 2° in scadenza di contratto: niente è riproducibile, tutto è migliorabile. Con uno «alla Luiz Gustavo», però”.