Isis, donne vendute al mercato per 5 dollari

di Redazione Blitz
Pubblicato il 13 ottobre 2014 9:40 | Ultimo aggiornamento: 13 ottobre 2014 9:40
Isis, donne vendute al mercato per 5 dollari

Isis, donne vendute al mercato per 5 dollari

ROMA – “Donne vendute al bazar per cinque dollari. Esposte come buoi, con il cartellino del prezzo al collo, condannate a essere oggetto sessuali per i militari dell’Isis: schiave del Califfato”.

È la denuncia di Nursel Kilic, rappresentante internazionale del Movimento delle donne Curde, che ha portato, con l’aiuto del senatore Luigi Manconi e del vicepresidente del Senato Valeria Fedeli, la questione delle donne curde impegnate nella resistenza armata nel Parlamento italiano alla ricerca di solidarietà.

“Secondo le stime ufficiali le donne rapite e vendute nei bazar sono 3,000, in realtà sono molte di più. 1200 poi giacciono nelle prigioni nella zona di Mosul e lì vengono violentate, torturate, subiscono ogni genere di violenza.”

Racconta così Nursel Kilic le terribili condizioni in cui versa una terra invasa dalle milizie del califfato.“Che siano curde, cristiane, turcmene, poco importa. Né fa differenza se hanno otto o sessant’anni. I soldati non hanno alcuna remora, le rapiscono per costringerle a convertirsi all’Islam. O meglio, alla loro interpretazione dell’Islam”.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other