Isis minaccia papa Francesco, il timore: un drone contro San Pietro

di redazione Blitz
Pubblicato il 20 Novembre 2014 8:55 | Ultimo aggiornamento: 20 Novembre 2014 8:56
Isis minaccia papa Francesco, il timore: un drone contro San Pietro

Isis minaccia papa Francesco, il timore: un drone contro San Pietro

ROMA – Non un attentato clamoroso, piuttosto l’iniziativa del “lupo solitario”, l’attentatore fai da te. E’ questo che i servizi segreti temono possa accadere a proposito delle minacce Isis contro papa Francesco. Un drone contro San Pietro lo scenario più verosimile. Lo scrive Massimo Franco sul Corriere della Sera:

Il pontefice ha imposto un modello di religiosità che significa distruzione di qualunque diaframma tra il papa-re ed i suoi sudditi: uno stile che lo ha reso un mito delle folle, e un obiettivo terroristico potenzialmente «facile».

D’altronde, «Dabiq» , la rivista online dell’Isis, diffusa da luglio anche in Europa in lingue diverse, a ottobre del 2014 ha messo sulla sua copertina digitale un fotomontaggio. Campeggia un’immagine di piazza San Pietro con l’obelisco sovrastato dalla sua bandiera nera e il titolo: «La Crociata fallita». L’Isis promette di non fermare la Jihad, la Guerra santa dell’Islam, «finché non ci troveremo sotto gli alberi di ulivo di Roma ed avremo distrutto quell’edificio osceno che si chiama Casa Bianca». Il nome della testata è altamente simbolico. Dabiq è il villaggio siriano dove nel 1516 gli Ottomani sconfissero i Mammalucchi, consolidando l’ultimo califfato della storia. E le sue minacce vengono prese sul serio.

Ma non esistono indizi di attentati clamorosi in preparazione da parte del gruppo terroristico. L’unico timore è che qualche affiliato europeo, per imitazione prepari un’azione dimostrativa fai-da-te: magari utilizzando un drone da pilotare su piazza San Pietro durante un’udienza. «Per ora», viene spiegato, «il pericolo non è quello di grandi attentati ma dell’atomizzazione dell’eversione».