La rassegna locale e le prime pagine del 24 ottobre 2013

di Redazione Blitz
Pubblicato il 24 Ottobre 2013 9:58 | Ultimo aggiornamento: 24 Ottobre 2013 9:58
il centro

Il Centro

ROMA – Trovato morto il boscaiolo scomparso. Corriere delle Alpi: “Le ricerche sono durate cinque ore. Il tempo per il Soccorso alpino di Feltre di recarsi in Val Canzoi e di trovare il corpo senza vita di Giancarlo Bortolas, il boscaiolo di Cesiomaggiore, scomparso da un paio di giorni.”

Sigilli al barcone del club sul Lago. Gazzetta di Mantova: “Polizia locale e guardia di finanza a Porto Catena: il presidente denunciato per abuso edilizio e assenza di documenti.”

«Ancora un errore, è una schifezza». Gazzetta di Reggio: “Omicidio di Rubiera: mancano i tabulati telefonici e viene rinviato il processo, scatta la rabbia dei familiari della donna uccisa dal convivente.”

Schiave e schiavi del sesso in terra d’Abruzzo. Web-doc sulle strade della prostituzione. Il Centro: “Pescara, Montesilvano, Francavilla, Colonnella, Martinsicuro. Nomi di città simbolo della prostituzione in Abruzzo, regione dei record per quel che riguarda il fenomeno del sesso a pagamento: non solo sui marciapiedi, ma nelle case delle periferie fino ai massaggi con “lieto fine”. Il mondo della prostituzione non conosce regole ed è un business sempre più redditizio.”

La mannaia delle Ferrovie, 12 Intercity da cancellare. Il Tirreno: “La Regione si infuria, D’Angelis convoca Trenitalia: basta coi tagli al servizio. I convogli verrebbero soppressi sia sulla dorsale tirrenica che su quella centrale.”

Rischio tsunami a Salerno. Evacuati mille bambini. La Città: “Protagonisti della simulazione i baby alunni della scuola elementare Matteo Mari. Protezione Civile mobilitata, in campo portaerei e mille uomini. Aggiornamenti, immagini e video su questo sito.”

Macomer, tradito da un amico e consegnato all’assassino. La Nuova Sardegna: “Gianni Nieddu sarebbe stato tradito dalla persona che l’ha accompagnato a Tossilo per riprendere la sua auto. Il killer lo aspettava dietro un cassonetto. Dopo le fucilate, colpo di grazia al volto. Tensione a Sedilo dove abitava la vittima. Si segue la pista del sequestro Pinna.”