La Tributaria sui Ligresti “In Svizzera 16,7 milioni durante l’inchiesta”. Cravero, Repubblica

di Redazione Blitz
Pubblicato il 17 febbraio 2015 10:45 | Ultimo aggiornamento: 17 febbraio 2015 10:45
Salvatore Ligresti

Salvatore Ligresti

ROMA – “Mentre la Guardia di finanza e la procura di Torino indagavano sul caso Fonsai – scrive Federica Cravero di Repubblica –  i Ligresti intendevano trasferire in Svizzera il loro patrimonio, per metterlo al riparo da eventuali ripercussioni giudiziarie”.

Scrive Cravero: È quanto ha rivelato l’indagine Fisher-Lange del nucleo di polizia tributaria di Torino, che ha segnalato al ministero dell’Economia e alla Banca d’Italia la società fiduciaria di cui si serviva la famiglia Ligresti, la Compagnia fiduciaria nazionale Spa, e il suo direttore per violazione della normativa antiriciclaggio. Secondo le accuse, infatti, non aveva segnalato alla Banca d’Italia di aver ricevuto l’ordine di trasferire a Lugano, sui conti della lussemburghese Limbo Invest Sa, denaro e titoli per un ammontare di 16,7 milioni. Ora per questa operazione la storica fiduciaria milanese rischia una sanzione amministrativa che può arrivare anche a 6,7 milioni (…) Intanto il processo Fonsai per aggiotaggio e false comunicazioni sociali è ripreso ieri al tribunale di Torino con l’audizione di alcuni testimoni. Al centro delle accuse mosse dal pm Marco Gianoglio a Salvatore Ligresti, alla figlia Jonella e a tre top manager della compagnia assicuratrice, c’è la voce di bilancio chiamata «riserva sinistri », che secondo la procura sarebbe stata sottovalutata per permettere ai Ligresti di intascare dividendi non dovuti.