LaPresse si fa internazionale: alleanza con Reuters, Xinhua, Efe e Pa

di Redazione Blitz
Pubblicato il 27 settembre 2014 5:55 | Ultimo aggiornamento: 26 settembre 2014 22:01
LaPresse si fa internazionale: alleanza con Reuters, Xinhua, Efe e Pa

Il logo LaPresse

ROMA – L’agenzia di stampa LaPresse ha stretto una serie di alleanze internazionali importanti, prima fra tutte quella con la Reuter’s e il piano di sviluppo è stato illustrato a Roma da Marco Durante, presidente dell’agenzia.

LaPresse, riferisce Marco A. Capisani su Italia Oggi,

“ha deciso di battere la strada delle partnership commerciali internazionali. Nascono così l’intesa con Reuters, Xinhua, Efe e Pa. «Piuttosto che affiancarmi a un’altra agenzia preferisco prendermi i suoi giornalisti», chiarisce il presidente dell’agenzia torinese che conta su 46 giornalisti e 47 tra operatori video e fotografi e dal gennaio 2013 ha assunto 43 dipendenti.

Dal prossimo gennaio, dunque, LaPresse inserirà nel suo notiziario i contenuti Reuters, traducendone fino al 15% delle notizie più importanti e distribuendo anche video e foto. Da inizio 2015 sarà operativa anche l’intesa con Efe, la prima agenzia al mondo in lingua spagnola, e già da mercoledì prossimo quella con la britannica Press Association mentre con Xinhua (o Nuova Cina) si è già partiti.

In tutti e quattro i casi, comunque, lo scambio riguarda testi, foto e video perché «il futuro è offrire soluzioni complete dove il video gioca un ruolo sempre più importante, visti tutti i touchscreen che circolano oggi», sottolinea Steven Schwartz, responsabile globale News di Thomson Reuters che ha smentito le voci di una possibile chiusura degli uffici Reuters in Italia. «Vogliamo mantenere le nostre posizioni in Europa e in parallelo crescere in Africa e Medio Oriente».

Con i suoi quattro nuovi partner all’attivo e negoziazioni in essere con altri gruppi, l’agenzia di Durante (che ha festeggiato i 20 anni lo scorso maggio) pensa di chiudere il 2014 con ricavi su dell’8% dopo che l’anno scorso è stato archiviato con un business da 11,5 milioni di euro (+12%). Le stime sull’ebitda sono a +13% (+25% a fine 2013 sull’esercizio precedente).

Con Reuters LaPresse si rafforza in particolare nella copertura dell’attualità economica e nella distribuzione dei suoi contenuti oltreconfine ma complessivamente «il nostro notiziario punta a notizie in esclusiva, raccontare storie, fare interviste e spiegare i contesti delle news», aggiunge il direttore Antonio Di Rosa. «Il salto di qualità rispetto alla concorrenza? Lo fa chi sa scovare notizie diverse dagli altri. L’Expo, per esempio, lo raccontiamo già adesso, lo racconteremo nel mentre e pure dopo la sua conclusione»”.