Letizia è rinata. Quanto fa bene diventare regina. Manila Alfano, Il Giornale

di Redazione Blitz
Pubblicato il 23 settembre 2014 15:49 | Ultimo aggiornamento: 23 settembre 2014 15:49
Letizia è rinata. Quanto fa bene diventare regina. Manila Alfano, Il Giornale (foto Lapresse)

Letizia è rinata. Quanto fa bene diventare regina. Manila Alfano, Il Giornale (foto Lapresse)

ROMA – “Vivere con la corona e lo scettro in mano ti cambia la vita in meglio – scrive Manila Alfano del Giornale – E i cento giorni di regno di Letizia di Spagna ne sono la prova”.

L’articolo completo:

Ha appena festeggiato il suo quarantaduesimo compleanno e la principessa borghese diventata regina non è mai stata così radiosa. È la rivincita della pecora nera della Casa reale, entrata repubblicana e progressista, sopportata con regale diffidenza da Juan Carlos, ossessionata dalla privacy e in perenne lite con la sua immagine. Da quello storico 19 giugno del 2014, giorno dell’incoronazione del marito Felipe IV, la principessa delle Asturie non ha più smesso di sorridere. Sono passati i primi tre mesi di regno e ormai più niente ricorda quella principessa distante, poco empatica e in crisi con il marito. Giocare in prima linea sembra averla definitivamente resa più forte e felice. Infervorata dal ruolo, scrive i suoi discorsi sfoderando una perfetta retorica, si lascia avvicinare dai sudditi concedendosi fotografie, diventando per tutti la «Regina del selfie». Chi la conosce giura che il nuovo volto di Letizia non è frutto dell’emozione del momento.

Fare la moglie di un principe in attesa di trono era diventato difficile per lei. Prima di tutto i rapporti con il sovrano non erano mai stati facili, e con le cognate Elena e Cristina i rapporti si erano definitivamente raffreddati dopo lo scandalo Urdangarin che stava finendo per nuocere al marito. Secondo il suo circolo di amici «Letizia non si sentiva abbastanza valorizzata, e soprattutto pensava che nei confronti dell’Infanta c’era stata troppa condiscendenza».

La sua inquietudine è stata smorzata dagli impegni e dall’agenda di regina. A corte dicono che si ispiri a Maxima di Olanda e Mary Donaldson di Danimarca. Regnanti dinamiche e vicinissime alla gente e ai problemi reali. Dall’inizio del suo regno si è già presa in carico molti dei compiti della regina Sofia; sta preparando un viaggio con il marito negli Stati Uniti e presto viaggerà sola in Italia, Marocco, Germania. E non solo, c’è una nuova brezza che soffia sulla coppia reale che sembrava ormai ad un passo dalla crisi ufficiale. Dopo quella maledetta estate del 2013, quando lei ormai essasperata dagli impegni pubblici e dalla mancanza di privacy era fuggita da Mallorca e dalla famiglia lasciando solo Felipe, i giornali avevano iniziato a parlare di gelo tra la coppia. Oggi stanno vivendo una seconda luna di miele. «A differenza della regina Sofia, Letizia non è disposta a rinunciare ad una vita persolale felice», dicono gli amici di lei. La regina Sofia ha vissuto isolata, pochissime amiche, con lei nei momenti più bui solo la sorella Irene. Letizia è una moglie moderna che non ha intenzione di isolarsi in una stanza dorata. Ecco perchè ci tiene a scappare con il marito una sera al cinema, andare con lui a prendere un aperitivo, portare le figlie a scuola, fare zumba al sabato mattina o andare ai concerti. Quasi come una coppia normale. E poi non rinuncia alle sue serate con le amiche, quelle che con la Corte non c’entrano nulla, compagne di università, di quando lei era una ragazza come tante, di quando da studentessa vendeva le sigarette. Escono a cena, almeno una volta al mese, lasciando a casa figlie, marito e trono. Proprio come una regina di oggi.