Rassegna Stampa

Luigi De Fanis: “Macché veleno a mia moglie: solo bluff d’amore”

Luigi De Fanis

Luigi De Fanis

ROMA – “Macché veleno a mia moglie: bluff d’amore” giura e dice  l’ex assessore regionale Luigi De Fanis. Solo un trucco, per far colpo sulla segretaria, Lucia Zingariello, quella assunta con tanto di sesso per contratto.

“Sì, è vero, ho detto quelle parole al telefono, con la Zingariello, ma volevo soltanto far colpo su di lei. Erano frasi a effetto per colpire il cuore di una persona di cui ero innamorato”. S’è difeso così De Fanis, davanti alla pm. Né veleni, né tentato omicidio, spiega De Fanis, ma “un gravissimo errore nei confronti della mia famiglia. Ero invaghito di quella donna e volevo dimostrarle che potevo fare tutto per lei”.

E la pm ha deciso di verficare le due versioni interrogando contemporaneamente, per circa mezz’ora, Ziangariello e De Fanis, in un “confronto all’americana”. “De Fanis ha espresso anche in altre occasioni l’idea di uccidere la moglie?”. L’ex assessore nega. La sua segretaria, invece, ricorda un altro episodio, avvenuto dinanzi ad altre persone.

To Top