Rassegna Stampa

Luxottica guarda ad Amazon, Maddalena Camera sul Giornale

Luxottica guarda ad Amazon, Maddalena Camera sul Giornale

Luxottica guarda ad Amazon, Maddalena Camera sul Giornale

ROMA – E’ l’Italia che va, scrive Maddalena Camera del Giornale, è l’espansione americana di Del Vecchio e della sua Luxottica, che adesso guarda ad Amazon “rilevando Glasses. com, un sito di e­commerce che è però anche titolare di un’esclusiva tecnologia che consente la prova virtuale de­gli occhiali sul proprio volto con invio via mail”.

L’articolo di Maddalena Camera:

Una svol­ta, dunque, nella strategia di­stributiva nordamericana del­la società fondata da Leonardo del Vecchio, che ha accelerato l’internazionalizzazione da quando, nel 2004, è arrivato al ti­mone Andrea Guerra. Il mana­ger milanese, renziano di ferro, ha infati portato i 30 marchi pro­dotti da Luxottica, di cui 10 di proprietà di­retta e gli altri in licenza, an­che in Cina e in Sud Ameri­ca grazie a nu­merose acqui­sizioni di mar­chi e catene di negozi. Ma, nel set­tore dell’oc­chialeria, do­ve Luxottica ha conquista­to negli Usa marchi impor­tanti come Ray-ban e Oakley, il mercato nordameri­cano è cruciale per la crescita.

Il Vision Council e il gruppo italia­no stimano infatti che, negli Sta­ti Uniti e in Canada, il valore del mercato dell ’eyewear sia di 35,5 miliardi di dollari e possa raggiungere 44-47 miliardi en­tro il 2020. E infatti, secondo i da­ti di bilancio 2012, la crescita di fatturato (7 miliardi) e utili (542 milioni), il massimo di sempre, era legata soprattutto all’espan­sione nel mercato Usa.
Quanto all’operazione si sa che il venditore è Wellpoint, la società americana che ha svi­luppato la tecnologia della «prova virtuale».«L’acquisizio­ne – ha spiegato l’ad Andrea Guerra- sarà il punto di parten­za per creare una piattaforma digitale indipendente e unica, accessibile agli operatori del settore in Nord America, inno­vando l’esperienza di acquisto e migliorando la qualità di pro­dotti e servizi disponibili ai clienti finali».

Secondo gli analisti di Medio­banca la notizia rafforza la v­isio­ne di un gruppo che è sempre al­l’avanguardia nel settore. «L’ac­quisizione però – spiegano gli esperti di Piazzetta Cuccia – è poco significativa dal punto di vista finanziario e non avrà im­patto sui conti della società». Anche per gli analisti di Banca Akros l’accordo non influenze­rà i dati finanziari, ma «credia­mo che sia una notizia positiva, un investimento nell’innova­zione in un canale che sta diven­tando sempre più importante ». La casa d’affari conferma la rac­comandazione accumulate sul titolo e prezzo obiettivo a 43,5 euro. Giudizio positivo anche da parte di MainFirst, che su Lu­xottica ha un parere outper­form con target price a 43 euro. L’operazione glasses.com, no­ta MainFirst, non ha impattosui fondamentali del gruppo, ma «è strategicamente impor­tante per consolidarne la pre­senza in Nord America, il mag­gior mercato al mondo per il set­tore dell’occhialeria». Inter­monte definisce «interessante l’acquisizione, perché aumen­ta l’esposizione all’online, mer­cato di dimensioni ancora mol­to limitate ». Ieri, in Borsa, il tito­lo ha chiuso in flessione del 2,83%, a 38,14 euro. In un anno, però, la crescita è stata superio­re al 20%. 

To Top