Maria De Filippi al Giornale: “La mia scuola continua a fare scuola”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 26 Novembre 2013 12:38 | Ultimo aggiornamento: 26 Novembre 2013 12:38
amici

Amici di Maria De Filippi

ROMA – Amici di Maria De Filippi dal 13 gennaio, la versione day time, andrà in onda non più su Canale 5 ma su Real Time, la rete del gruppo Discovery Italia al canale 31 del digitale terrestre.

Ecco l’intervista al Giornale:

(…) Per capirci, quali sono i risultati del trasloco?

«Il primo è che Amici dimostra, e conferma, di poter vivere indipendentemente da me. In questi anni è diventato un brand molto riconoscibile e lo ha fatto a prescindere dalla mia presenza».

D’altronde Amici è il talent show più longevo del mondo.

«Ora dimostra di poter essere trasmesso, per lo meno nella sua fase pomeridiana, anche su di una rete meno nota di Canale 5. A dimostrazione che il prodotto può superare il mezzo».

Succede raramente, in effetti.

«Una volta succedeva quasi sempre che si facessero determinati risultati d’ascolto anche grazie alla mancanza di contrapposizione, di controprogrammazione».

Ora?

«Ora è il prodotto a richiamare il pubblico, che ormai in grado di scegliere con maggiore autonomia. È sotto gli occhi di tutti come il panorama tv si sia estremamente frammentato».

La seconda conseguenza dello sbarco a Real Time?

«È che Fascino esce da Mediaset e quindi potrà muoversi sul mercato, anche se per ora non abbiamo programmi precisi».

Come la pensano i vertici di Cologno?

«Con Piersilvio ho un rapporto schietto e diretto. Lui sa quanto io tenga ad Amici e quanta passione io e la mia squadra abbiamo riversato in questi anni su quello che per me non è un format ma soprattutto una scuola».

Ma perché Real Time, una rete dell’universo Discovery.

«Intanto grazie all’intuito di Marinella Soldi, che è amministratore delegato di Discovery, Real Time è sia sul digitale terrestre (canale 31) che sulla piattaforma Sky (canale 124 e 125). In più ha un pubblico molto simile a quello di Amici. Ed è soprattutto una antesignana della cosiddetta “factual tv”, insomma l’intrattenimento factual».

(…) Però il cosiddetto «serale», ossia quando il talent va in prima serata, rimane centrale nel consacrare i concorrenti.

«Anche quest’anno il serale partirà intorno alla metà di marzo».

Ci sono novità in programma?

«Per ora no. Molto dipende da come evolvono e cosa producono le crew e le band, che sono le novità di quest’anno. Molto del serale sarà legato a questo».