Rassegna Stampa

Monica Spear Mootz, la miss uccisa mentre debutta la sua fiction

Monica Spear Mootz, la miss uccisa mentre debutta la sua fiction

Monica Spear Mootz, la miss uccisa mentre debutta la sua fiction

ROMA – Monica Spear Mootz, ex miss Venezuela nel 2004, è stata uccisa ieri, 7 gennaio 1014, nel corso di una rapina mentre era in vacanza. Proprio ieri, su Rai Due, è andata in onda la prima puntata di Pasion Proibida, la telenovela nella quale era la protagonista.

Scrive Omero Ciai su Repubblica:

La tragedia è avvenuta lungo la strada che collega Puerto Cabello con Valencia nelloStato venezuelano di Carabobo. L’auto sulla quale viaggiava si è rotta e mentre aspettavano il soccorso di un carro attrezzi l’attrice, il marito e la figlia, sono stati aggrediti da alcuni rapinatori che hanno aperto il fuoco contro la coppia. Monica, 29 anni, e suo marito, l’imprenditore irlandese Henry Thomas Barry, di 39 anni, sono rimasti uccisi. La figlia, cinque anni, è ferita ma non sarebbe in gravi condizioni.
Nata a Maracaibo, famoso porto petrolifero a est di Caracas, nel 1984, Monica Spear era diventata miss Venezuela dieci anni fa, nel 2004, e l’anno successivo aveva preso parte al concorso di miss Universo a Bangkok, piazzandosi al quinto posto. Negli anni successivi aveva lasciato il Venezuela iniziando la carriera di attrice in numerose telenovelas. E aveva raggiunto la notorietà grazie a serial televisivi famosi come
Mi prima Ciela eLa mujer perfecta.
I corpi senza vita dell’attrice e di suo marito sono stati ritrovati all’interno dell’auto dalla polizia nella notte fra lunedì e ieri. È probabile, secondo le prime ricostruzioni dell’agguato, diffuse dalle tv locali, Globovision eUnion radio,che la coppia abbia reagito all’assalto dei criminali.
Secondo i mass media venezuelani la Spear e il marito avevano divorziato, ma erano in buoni rapporti e avevano scelto la vacanza insieme per la piccola figlia. L’attrice aveva più di 355mila follower su Twitter e negli ultimi giorni aveva pubblicato foto e videodella vacanza sul social network Instagram. Il Venezuela è uno dei paesi più violenti del mondo.
Secondo l’ong “Osservatorio venezuelano sulla violenza”, l’anno scorso il tasso di omicidi nel Paese è stato pari a 79 su 100mila abitanti. Molti venezuelani preferiscono rimanere in casa dopo il tramonto per il timore di violenze e l’uccisione della Spear ha scatenato sui social media critiche nei confronti del governo, accusato di non aver fatto abbastanza per aumentare la sicurezza nel Paese.
«Siamo costernati dalla notizia della morte della protagonista, arrivata proprio mentre stava andando in onda», ha dichiarato all’agenzia Ansa, Andrea Teodoli, direttore di Rai2. Della telenovela Pasion Proibidasono previste nel palinsesto Rai 107 puntate che andranno in onda fino a giugno.
To Top