Niente divieto di incrocio tv-giornali nella legge di stabilità

di Redazione Blitz
Pubblicato il 19 Dicembre 2013 12:50 | Ultimo aggiornamento: 19 Dicembre 2013 12:50
Niente divieto di incrocio tv-giornali il governo dimentica la norma

Niente divieto di incrocio tv-giornali il governo dimentica la norma

ROMA – Niente divieto di incrocio tv-giornali, legge di stabilità verso la fiducia ma “il governo dimentica la norma”. Scrive la Repubblica:

L’anno scorso arrivò in tempo per il panettone. Finendo nel maxi-emendamento all’ultima legge di Stabilità del governo Monti, ormai agli sgoccioli. Era il 20 dicembre. Al contrario, quest’anno è non pervenuta. La proroga al divieto di incroci tra tv e giornali non c’è nella legge di Stabilità di Letta, approvata nella notte di martedì e avviata verso il voto di fiducia oggi alla Camera. Non c’è neanche nel decreto Milleproroghe, primo punto all’ordine del giorno del Consiglio dei ministri di due giorni fa, slittato però a dopo Natale. «Non c’è, ma ci sarà», assicura il sottosegretario di Palazzo Chigi con delega all’editoria, Giovanni Legnini. «Volevamo metterla in un allegato di proroghe alla legge di Stabilità, ma il provvedimento era troppo ingolfato di norme». Di certo, dovrà arrivare entro il 31 dicembre, quando scade la vecchia. Altrimenti proprietari di tv potranno comprare liberamente quote di quotidiani. In barba ai principi antitrust.