Ospedale La Spezia, appalto da 140 milioni al Gruppo Pessina, editore L’Unità

di Redazione Blitz
Pubblicato il 29 Maggio 2015 15:12 | Ultimo aggiornamento: 29 Maggio 2015 15:12
Ospedale La Spezia, appalto da 140 milioni al Gruppo Pessina, editore L'Unità

Raffaella Paita, candidato governatore in Liguria

LA SPEZIA – Un appalto da 140 milioni per la costruzione del nuovo ospedale di La Spezia che viene assegnato ad una cordata di imprese capeggiate dal Gruppo Pessina, ovvero dall’editore che vuole riportare in edicola L’Unità. Decisione che arriva nel pieno della campagna elettorale e che fa discutere non poco se non altro perché alla gara per l’appalto ha partecipato un solo concorrente: il Gruppo Pessina.

Non solo. La decisione arriva in piena campagna elettorale e tra le firme che hanno dato il via libera alla concessione ci sarebbe anche quella della candidata Governatore Raffaella Paita. E poi ci sono i soldi pubblici. Tanti, come spiega Il Fatto Quotidiano:

Un piatto molto ricco, quello per il rifacimento dell’ospedale spezzino: si parla di 165 milioni dei quali 119 provenienti dal Ministero della Salute, mentre il resto dalla Regione Liguria (i soldi da sborsare saranno circa 140 milioni, perché il vincitore si aggiudica il vecchio ospedale valutato 25 milioni). Finora La Spezia non disponeva di un ospedale adeguato a una città di 100 mila abitanti. (…)Ma a suscitare non è tanto il progetto archtiettonico, quanto quello politico. La società che dovrebbe riportare “l’Unità” in edicola a giugno è la Piesse che fa capo al 60% a Guido Stefanelli (ad del gruppo Pessina) e al 40% a Massimo Pessina, presidente del gruppo.

Il Fatto dà anche conto della versione del Governatore uscente Claudio Burlando che respinge le critiche:

Burlando, governatore uscente e grande sponsor di Paita, respinge risolutamente le accuse: “La realizzazione di questo ospedale è una storia lunghissima, fatta di appalti e impugnazioni. Avevamo ottenuto molte manifestazioni di interesse, ma poi tanti si sono allontanati perché ritenevano troppo impegnativo accollarsi per 25 milioni di euro la vecchia struttura dell’ospedale Sant’Andrea. Il gruppo Pessina che mi risulta essere molto grande e impegnato nel realizzare ospedali anche in altre regioni, se l’è sentita”.