Ostia (Roma): sub muore dopo immersione alle secche di Tor Paterno

di Redazione Blitz
Pubblicato il 25 Maggio 2015 13:11 | Ultimo aggiornamento: 25 Maggio 2015 13:11
(foto d'archivio)

(foto d’archivio)

ROMA –  Sergio Urbani: questo il nome del sub romano morto a seguito di un malore accusato mentre stava facendo un’immersione all’altezza delle secche di Tor Paterno ad Ostia.

Il gruppo – racconta Mara Azzarelli del Messaggero – era partito proprio dalla spiaggia all’imboccatura del Canale dei Pescatori. Secondo le prime ricostruzioni della Capitaneria di porto, Urbani sarebbe risalito 5 minuti dopo l’immersione. «E’ anomalo e forse indicativo del fatto che si sia sentito male quasi subito» ipotizza il comandante della Capitaneria di porto di Roma, Lorenzo Savarese, che fino a tarda sera ha ascoltato tutti i partecipanti all’escursione. Stando ai loro racconti, l’uomo, una volta riemerso si è sentito male ed è stato portato a riva, dove ad aspettarlo c’era già l’autoambulanza. Il tempo di correre in ospedale e l’uomo è deceduto.
«Stiamo ascoltando tutti – dice Savarese mentre i suoi uomini raccolgono informazioni al Centro Diving – per ricostruire l’accaduto. Solo allora potremo essere precisi. Per ora sembra che si tratti di un malore e che gli organizzatori abbiano adottato per l’immersione tutte le precauzioni previste». Urbani non era un dilettante. Le cause del decesso saranno stabilite dall’autopsia. Intanto il magistrato ha predisposto il sequestro della barca e dell’attrezzatura. Agli uomini della Capitaneria è toccato il difficile compito di avvisare la moglie del sub.