Padova, morto Giorgio Braidich: patriarca della comunità rom

di Redazione Blitz
Pubblicato il 6 agosto 2015 1:25 | Ultimo aggiornamento: 6 agosto 2015 1:25
Padova, morto Giorgio Braidich: patriarca della comunità rom

Padova, morto Giorgio Braidich: patriarca della comunità rom

PADOVA – E’ morto Giorgio Braidich, 78 anni, patriarca di una grande famiglia rom della provincia di Padova. E da tutta Italia sono arrivate 500 persone per i funerali. Racconta Silvia Bergamin per Il Mattino:

Con lui se n’è andato per sempre il primo nucleo dei Braidich, che arrivarono nel Camposampierese nel primo dopoguerra in cerca di un destino migliore. È stato scelto il passo del vangelo delle Beatitudini per la messa di commiato: «Era un uomo mite, che sapeva voler bene», la descrizione del celebrante. Sposato con Rosaria d’Attardi, era padre di sei figli, quattro maschi e due femmine.

Intorno a loro si sono stretti decine di parenti e amici, da diverse regioni d’Italia: donne, uomini e bambini della comunità Rom hanno così riempito la chiesa di Trebaseleghe; sul carro funebre e sulla bara diverse corone di fiori, con le dediche a un riferimento apprezzato da tutti per il carattere buono e rispettoso del prossimo. Giorgio era il più giovane di tre fratelli, tempo fa sono mancati i più anziani, Giovanni e Carlo. Dopo aver messo radici in Italia, la famiglia è gradualmente cresciuta e si è allargata, figli e nipoti sono nati tutti qui e hanno frequentato le scuole, iniziando alle elementari di Torreselle. Nell’epigrafe, è stata scelta una frase: «So che in fondo alla strada il Signore mi aspetta».