Rai, tagli e direzione unica dei tg: si teme la “cura Cairo”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 17 Agosto 2015 12:36 | Ultimo aggiornamento: 17 Agosto 2015 12:36

 

Rai, tagli e direzione unica dei tg: si teme la "cura Cairo"

Rai

ROMA – Lacrime e sangue. Questo è ciò che si teme a Saxa Rubra. Una “cura”alla Urbano Cairo (che quando arrivò a La7 tagliò tutto, comprese le mazzette dei giornali per i giornalisti, per non parlare di inviati, benefit, etc…) che potrebbe essere attuata dal nuovo direttore generale Antonio Campo Dall’Orto. Che passa per la news room unica, cui si arriverà senza fase intermedia –come vuole Monica Maggioni –, ma anche per la riduzione e la concentrazione delle testate, che porta al conseguente taglio delle cariche e delle poltrone. Se uno dei vantaggi del piano Gubitosi, infatti, è la diminuzione delle poltrone, Campo Dall’Orto le vuole addirittura abbattere. Riducendole all’osso.

Da questo snodo, riporta Gianluca Roselli sul Fatto Quotidiano, transita la sua personale idea di spending review.

Il direttore generale è ancora in una fase iniziale, di studio. Niente ferie, ma lettu-ra di bilanci e dossier per ilmanager veneto, aiutato inquesto da Monica Maggioni,che gli sta facendo da anfitrio-ne nei corridoi di mamma Rai.Dopo il pranzo pariolino post nomina e un altro paio di incontri in ufficio, giovedì Maggioni e Campo Dall’Orto han-no fatto una visita a sorpresa alla redazione del Tg 1 , proprio a Saxa Rubra. Trattenendosi a lungo a chiacchierare con il vicedirettore di turno in quel momento, Gennaro Sangiuliano.

Argomento forte, naturalmente, l’accorpamento delle testate nazionali voluto dal piano Gubitosi che do-vrebbe produrre risparmi per un buon 20 per cento sul budget. E che ha visto nella Mag-gioni uno dei principali soste-nitori. Ma, a quanto si apprende, la neo presidente vorrebbe andare addirittura oltre e passare direttamente alla fase due, ovvero la news room unica, senza la fase intermedia delle testate previste da Gubitosi. Maggioni lo aveva annunciato anche nel novembre scorso, in audizione in commissione di vigilanza. Dove offrì altri capitoli del suo Rai-pensiero: costruire una redazione solo per le inchieste e cancellare i pastoni politici dai telegiornali. Una testata, la news room unica che, con 1.500 giornalisti, diventerebbe una delle più grandi d’Europa, in grado di far concorrenza non solo alla Bbc, ma anche ai principali canali all news.

L’unica difficoltà a quel punto sarebbe la scelta del direttore: una sola persona che si troverebbe tra le mani un potere enorme. E che sarà gioco forza costretto a delegare ai suoi vice (…)