Rassegna Stampa

Rcs, operazione Bravofly-Htelyo all’attenzione della Consob

Rcs, operazione Bravofly-Htelyo all'attenzione della Consob MILANO – La Consob è pronta a tornare a occuparsi del caso Rcs Mediagroup. Questa volta, secondo fonti di mercato raccolte da milanofinanza.it, ci sarebbe la gestione dell’operazione Hotelyo, ovvero la piattaforma di e-commerce dedicata ai viaggi d’alta gamma che da fine gennaio è entrata nel perimetro del gruppo guidato dall’ad Pietro Scott Jovane.

Scrive Milano Finanza:

Rcs, infatti, all’interno del progetto di potenziamento del portale DoveClub lo scorso 29 gennaio aveva annunciato l’acquisto del 51% del capitale di Hotelyo dal gruppo BravoFly Rumbo, big internazionale basato in Svizzera dei viaggi e delle prenotazioni online partecipato dall’agosto 2013 da una delle finanziarie che fanno capo ad Andrea Agnelli, membro di spicco della famiglia piemontese che controlla la Fiat (primo socio di Rcs con il 20,55%). Lo stesso Agnelli, tra l’altro, siede nel cda del gruppo automobilistico ed è azionista dell’accomandita di famiglia che ha una quota di riferimento del produttore di auto.

Altra operazione che potrebbe finire al vaglio di Consob è quella avvenuta il 27 gennaio 2014 e relativa all’acquisizione del ramo d’aziende di Neomobile Gaming da parte della newco Rcs Gaming per lo sviluppo del progetto Gazzabet. Anche in questo caso, infatti, Andrea Agnelli è azionista del gruppo romano Neomobile attraversoil veicolo d’investimento lussemburghese Bluegem Capital, del quale è anche membro dell’advisory board.

Nello specifico, quindi, gli ispettori della Commissione presieduta da Giuseppe Vegas starebbero valutando se lo shopping di Rcs possa configurarsi come un caso per il quale applicare la disciplina relativa alle operazioni con parti correlate (…)

To Top