Ripresa. mercato auto + 6% in Europa, dopo la casa, nuovo segnale

di Redazione Blitz
Pubblicato il 20 Ottobre 2014 12:29 | Ultimo aggiornamento: 20 Ottobre 2014 12:29
Ripresa. mercato auto + 6% in Europa, dopo la casa, nuovo segnale

Ripresa. mercato auto + 6% in Europa, dopo la casa, nuovo segnale

ROMA – Dopo la casa, la automobile è un altro segnale di ripresa in Italia. La ripresa c’è, si comincia a vedere. Sulla casa, un contributo sembrano averlo dato le semplificazioni e riduzioni fiscali introdotte nel 2014, la ripresa del mercato dell’auto è più generale, non drogata da incentivi e a livello europeo.

Le vendite, ha certificato Lucio Cillis su Repubblica, sono risultate in rialzo del 6% in Europa nei primi nove mesi del 2014 e diffuso è un senso di ottimismo per l’intero 2014, che, assicura, chiuderà in positivo:

“Il mercato dell’auto in Europa mantiene un alto ritmo di marcia e il 2014 potrebbe chiudere in positivo. Per il tredicesimo mese consecutivo le immatricolazioni nei 28 Paesi dell’Unione, sommati a Islanda, Norvegia e Svizzera crescono e toccano quota 1.269.517 a settembre, quasi il 6,1% in più rispetto al 2013. Se si considerano i primi nove mesi dell’anno le consegne hanno sfiorato i 10 milioni, il 5,8% in più.

Le immatricolazioni, spiega l’Acea, l’associazione delle case automobilistiche europee, sono in aumento nei principali mercati e mettono a segno risultati che lasciano ben sperare il settore: +26,2% in Spagna, +6,3% in Francia, +5,6% nel Regno Unito, +5,2% in Germania e +3,3% in Italia. I dati relativi ai nove mesi del 2014 mostrano incrementi più alti della media soprattutto in Spagna (+17,2%) e nel Regno Unito (+9,1%). Più contenuta, invece, la crescita registrata nel nostro Paese (+3,6%), in Germania (+2,9%) e in Francia (+2,1%). Nel complesso Volkswagen, Fca e Ford registrano incrementi in linea col mercato. Bene Renault e Psa con aumenti intorno al 10%, mentre Gm accusa un calo del 5,9% e Bmw mostra una flessione dell’1%.

Secondo i dati Jato Dynamics, Fiat 500 è la decima vettura più venduta in Europa a settembre, con un aumento a due cifre nei primi 9 mesi dell’anno rispetto al 2013. La Volkswagen Golf é al primo posto con un aumento del 19,3%, seguita da Ford Fiesta (+15,6% e +9,8%) e da Volkswagen Polo (+32%, +3,2%). Il gruppo Fca è comunque cresciuto a settembre in tutti i principali mercati: +4,7% in Italia, +8,7% in Germania, +2,9% in Francia, +4,7% nel Regno Unito fino ad un record assoluto registrato in Spagna (+27,9%). Spiccano poi le performance di Jeep che mette a segno un +61%, con Lancia (+13,2%) e Fiat (+4,2%) a seguire. E ancora una volta i modelli più gettonati del segmento A sono la 500 e la Panda: insieme nell’anno hanno una quota del 28,7%. Le immatricolazioni del marchio Fiat sono state a settembre quasi 53 mila, il 4,2% in più rispetto al 2013.

Allargando lo sguardo ai nove mesi del 2014 Fca ha immatricolato 455 mila vetture (+2,2%) con una quota stabile del 4,6% (-0,2%). Ma quello che sorprende al di là dei dati positivi messi a segno sui principali mercati europei è quello che la casa definisce come «un vero exploit»: ovvero il caso Spagna, dove in un mercato che ha segnato una crescita del 26%, il marchio ha chiuso settembre con un +34,2%. Segnali positivi anche in Germania (+4,4%), in Francia (+3,2%) e Gran Bretagna (+4,5%). Dove ancora una volta 500 e Panda si sono confermate le due auto più vendute del segmento A.

Sul fronte Lancia-Chrysler, il marchio ha immatricolato a settembre quasi 6.800 vetture, il 13,2% in più rispetto all’anno scorso, con una quota stabile allo 0,5%. Meno brillante la performance di Alfa Romeo in Europa: le immatricolazioni sono state a settembre oltre 5.100 (in calo del 13,2%), per una quota allo 0,4%. Prosegue, infine, la crescita di Jeep che ha immatricolato 3.600 vetture, il 61% in più”.