Roma, a Ponte Milvio il parcheggio con il pizzo

di Redazione Blitz
Pubblicato il 21 Settembre 2015 11:23 | Ultimo aggiornamento: 21 Settembre 2015 11:23
Roma, a Ponte Milvio il parcheggio con il pizzo

Roma, a Ponte Milvio il parcheggio con il pizzo

ROMA – Un parcheggio a tariffe agevolate, che ha funzionato per sei anni. Ma che oggi è alla è nelle mani degli abusivi. Succede a Ponte Milvio, a Roma. Un’area che dal 12 luglio scorso, scaduto il bando per la concessione a una coop, è diventata libera. Fino a un certo punto.

Come scrive Michele Galvani su Il Messaggero di Roma,

è vero che le sbarre sono sempre alzate, ma è altrettanto vero che all’interno ci sono parcheggiatori improvvisati che chiedono «un contributo libero», come ammettono loro stessi a chi lascia l’auto. Che tradotto significa, chiedere il pizzo. E il Municipio, nel frattempo, perde incassi.

Il parcheggio è stato aperto il 7 agosto 2009 e, con un bando a scadenza triennale, veniva affidato a delle cooperative che si impegnavano a versare al XV Municipio circa 3.800 euro al mese. Poca cosa, certo. Ma, oltre a rimpinguare casse sempre mezze vuote, era anche un buon servizio per i cittadini in un quartiere dove trovare un parcheggio è più difficile che trovare un ago in un pagliaio.

Il parking era aperto 24 ore su 24, costava 50 centesimi l’ora (1 euro per la notte) ed era gestito in modo trasparente dalla cooperativa per il recupero di ex detenuti ”Il granellino di Senapa”. In questo modo, con novanta posti, in parte si risolveva il problema parcheggi per i residenti, per i commercianti, per chi andava a fare la spesa o alla Asl di viale Tor di Quinto, nonché per gli amanti della movida. Ma il 12 luglio il bando è scaduto (…)

Sul caso però, l’assessore ai lavori pubblici del Municipio, Elisa Paris, fornisce una versione diversa: «Abbiamo trovato forti irregolarità nel precedente bando, mancano degli atti per procedere. Li abbiamo chiesti alla coop e aspettiamo la risposta». Nel sottolineare che «il problema di Ponte Milvio non è solo questo parcheggio ma è di tutta la zona», l’assessore Paris spiega che «nel nuovo piano traffico è prevista la Ztl 2 anche a Ponte Milvio: siamo in attesa di sapere quando accadrà, arriveranno le strisce blu. Per cui mettere a bando un’area per cinque, sei mesi, non avrebbe senso. E comunque, nel caso si facesse, non sarebbe esclusivo delle coop bensì aperto a tutti».