Roma, devastano scuola a Montesacro: condannati a ripararla

di Redazione Blitz
Pubblicato il 23 Luglio 2014 11:08 | Ultimo aggiornamento: 23 Luglio 2014 11:09
Roma, devastano scuola a Montesacro: condannati a ripararla

Roma, devastano scuola a Montesacro: condannati a ripararla

ROMA – Hanno trasformato le aule di una scuola di Montesacro in un campo di battaglia, devastando qualsiasi cosa gli capitasse a tiro e imbrattando gli ambienti con il loro stesso sangue. Una scellerata incursione notturna per la quale due giovani fratelli romani, Cristian e Manuel Barbara, entrambi accusati di danneggiamento aggravato, sono stati condannati con rito abbreviato a tre mesi di reclusione dal giudice del tribunale monocratico di Piazzale Clodio. Pena che gli imputati saranno chiamati a scontare prestando servizio presso lo stesso istituto preso d’assalto.

Scrive Riccardo Di Vanna sul Messaggero:

Il raid risale al mattino del 21 luglio quando i tre ragazzi, su di giri per l’assunzione di metamfetamine, entrano nell’Istituto Comprensivo di via Monte Ruggero, e cominciano la loro opera di distruzione. Vestiti solo di scarpe e pantaloni corti, i giovani infrangono vetri, scardinano porte, si accaniscono contro stampanti e computer e non risparmiano nemmeno i sanitari dei bagni. I danni provocati sono enormi e, ambulatorio medico compreso, nessuno degli ambienti della scuola viene graziato dal gruppo. All’arrivo degli agenti del commissariato Fidene, i tre vengono sorpresi seminudi e con un estintore scarico tra le mani. Intorno a loro, la devastazione e le chiazze di sangue lasciate ovunque da uno degli imputati .