Roma, quartiere a luci rosse. Il Pd ferma il progetto

di Redazione Blitz
Pubblicato il 11 febbraio 2015 12:11 | Ultimo aggiornamento: 11 febbraio 2015 12:11
Roma, quartiere a luci rosse. Il Pd ferma il progetto

Roma, quartiere a luci rosse. Il Pd ferma il progetto

ROMA – Arriva la stop del Partito Democratico al progetto per istituire un quartiere a luci rosse all’Eur. Progetto presentato dal presidente del IX Municipio di Roma, Andrea Santoro, e sottoscritto dal sindaco Ignazio Marino. Come racconta il Messaggero il progetto è stato fermato “dopo una telefonata tra il sindaco Ignazio Marino e il commissario del Pd Matteo Orfini, colloquio che ha preceduto la riunione di giunta politica con l’audizione di Santoro, durata due ore”. L’articolo di Simone Canettieri:

Nella giunta sono emersi i pareri contrastanti di diversi esponenti dell’esecutivo di Marino. Tutti però sono stati molto solidali con Santoro. Che alla fine ha ammesso: «Non ho mai parlato di quartiere a luci rosse, ma di copiare il progetto di Mestre con zone di mediazione sociale». Il tema ha agitato anche il governo. Giovanna Martelli, delegata di Renzi per le pari opportunità, ha spiegato che bisogna pensare seriamente a «una riqualificazione urbana, sociale e culturale dei quartieri» e occuparsi «non solo di prostituzione ma anche di forme di sfruttamento». In attesa di una legge, il sindaco rifà dunque il piano e attacca l’editoriale «indignato» comparso sull’Osservatore Romano. Chi lo ha scritto dovrebbe «incontrare le nonne costrette a spiegare ai bambini cosa ci fa là una persona alta 1.80 con seni improbabili e giarrettiere».