Sacchetto dell’umido, la “tassa occulta”: “A Milano 31 euro in più l’anno”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 18 Novembre 2013 15:11 | Ultimo aggiornamento: 18 Novembre 2013 15:11
Sacchetto dell'umido, la "tassa occulta": "A Milano 31 euro in più l'anno"

Sacchetto dell’umido, la “tassa occulta”: “A Milano 31 euro in più l’anno”

ROMA – Dopo Tarsu, Tares e Tari una nuova tassa “occulta” pende si rifiuti: quella sul sacchetto dell’umido. Giancarlo Mariani su Il Giornale spiega che la tassa occulta costerà 31 euro l’anno a famiglia a Milano. Occulta perché la prima fornitura di buste biodegradabili viene regalata alle famiglie dall’Amsa, ma una volta finiti i sacchetti resta l’onere di acquistarli se il proprio Comune non è tra quelli che sceglie di distribuirli gratuitamente. Quelli per l’umido poi sono sacchetti particolari, necessariamente biodegradabili e con prezzi tra 3,49 euro a 1,49 euro a seconda del numero dei sacchetti e della loro capacità.

 

Parlando della raccolta differenziata dei rifiuti in arrivo a Milano, Mariani sul Giornale scrive:

“I prezzi li abbiamo dedotti dall’acquisto fatto nei seguenti supermercati: Esselunga, Simply, Coop, Carrefour e nei discount LD Market e Lidl. Si tratta di confezioni che contengono 10, 15 o 20 sacchi. Abbiamo fatto la media ed è risultato un costo di 0,15515 euro a sacco. Si può stimare che una famiglia ne consumi 200 all’anno ed ecco il risultato di 31 euro. Soprattutto d’estate infatti i sacchetti vanno cambiati frequentemente per non sentire la puzza sui balconi e per evitare la presenza di insetti vari. Una tassa occulta quindi che va ad aggiungersi alla Tares che già i milanesi pagano per la raccolta dell’immondizia e che quest’anno ha sostituito la Tarsu”.

Per Mariani la differenziata è un bene, ma la raccolta dell’umido non è a costo zero per i cittadini, anzi:

“In un momento in cui nella discussione della legge di Stabilità si sente parlare di tagli di tasse di pochi euro, 31 euro all’anno non sono certamente poca cosa. C’è da sottolineare inoltre che per ora questa tassa occulta interessa solamente la metà dei milanesi quelli delle zone Sud Ovest e Sud Est dove finora viene raccolto l’umido. A partire poi dal 9 dicembre si raggiungeranno però i tre quarti della città con l’introduzione della raccolta anche nella zona Nord Est. Se le previsioni verranno confermate intorno alla metà del 2014, con la copertura del quadrante nord-ovest, tutta la città sarà interessata alla raccolta dell’umido”.