Scrivete bugie, magari su Facebook? Un software vi smaschera

di Redazione Blitz
Pubblicato il 12 agosto 2015 14:16 | Ultimo aggiornamento: 12 agosto 2015 14:16
Scrivete bugie, magari su Facebook? Un software vi smaschera

Scrivete bugie, magari su Facebook? Un software vi smaschera

ROMA – Mentire in una email, in uno status su Facebook? Da oggi c’è un software in grado di smascherarvi. In sostanza il programma riesce a cogliere il livello di sarcasmo e la plausibilità di quanto viene scritto, più o meno quello che un cervello umano dovrebbe essere in grado di fare…Scrive Sandro Iannaccone su Repubblica:

Si chiama TheySay, ed è un software messo a punto da uno spin-off della University of Oxford, che, sfruttando una serie di algoritmi di analisi linguistica e semiotica, è in grado di “misurare” i livelli di umorismo, sarcasmo e, per l’appunto, sincerità di un testo scritto da un essere umano. Svelato poche settimane fa durante il Sentiment Analisys Simposium, un convegno tenutosi a New York, TheySay promette, in realtà, molto di più. Stando a quanto spiegano gli inventori dell’algoritmo, coordinati da Karo Moilanen, il software è un cosiddetto social media sentiment analysis tool, cioè uno strumento per analizzare quantitativamente i contenuti emotivi dei testi pubblicati sui social network. In grado di stimare, in base alla valutazione dell’equilibrio tra iperboli, sarcasmo, uso di linguaggio figurato, leggibilità e plausibilità degli eventi descritti, il livello generale di “verosimiglianza” di un testo.

“Poco sorprendentemente”, spiegano gli autori, “il sistema ha rivelato alti livelli di prolissità, ambiguità, oscurità e irrilevanza nei testi dei politici, che sono stati classificati, nel complesso, come moderatamente poco verosimili”. In linea con l’opinione secondo la quale i politici sono tendenzialmente portati a “fare economia di verità”.