Scuola, nel Lazio si rientra in classe il 15 settembre

di Redazione Blitz
Pubblicato il 3 Giugno 2014 13:25 | Ultimo aggiornamento: 3 Giugno 2014 13:25
Scuola, nel Lazio si rientra in classe il 15 settembre 2014

Scuola, nel Lazio si rientra in classe il 15 settembre 2014

ROMA – L’estate è alle porte e le lezioni nelle scuole di Roma e del Lazio sono ormai in dirittura d’arrivo. Libri e quaderni aperti ancora per pochi giorni, dopodiché sui loro diari gli studenti dovranno preoccuparsi solo di annotare i compiti e le letture per le vacanze.

Ma, intanto, la Regione ha già pianificato il piano di rientro nelle classi. Da via Cristoforo Colombo infatti la giunta regionale ha approvato il nuovo calendario scolastico. Un calendario pluriennale che entrerà in vigore da settembre e che stabilisce, da qui ai prossimi anni, le date fisse per l’inizio e la fine della didattica, oltre a quelle riservate alle festività nazionali e alle vacanze. Un calendario “blindato”, che rispetta la norma ministeriale dei 200 giorni minimi di lezione e che dà una certezza in più a famiglie, studenti e corpo docente sull’inizio e la fine di ogni anno scolastico.

Scrive Camilla Mozzetti sul Messaggero:

Nelle scuole elementari, medie e superiori si entrerà in classe il 15 settembre. Qualora la data coincidesse con un sabato o una domenica, l’apertura slitterà al lunedì successivo. Le lezioni proseguiranno per 206 giorni e termineranno – come previsto anche dal ministero dell’Istruzione – l’8 giugno, anticipato al primo giorno lavorativo precedente nel caso in cui questa data corrispondesse a un giorno festivo o posticipato, se necessario, per garantire la copertura dei giorni di lezione. Per quanto riguarda invece le scuole dell’infanzia, quest’ultime avranno la facoltà di anticipare l’apertura e posticipare la chiusura per andare incontro alle esigenze lavorative delle famiglie. In questo modo i bambini potranno entrare in classe già a partire dai primi giorni di settembre e potranno restare in aula fino al 30 giugno di ciascun anno scolastico, nel caso in cui calendario si adatti alle finalità del Piano dell’offerta formativa di ciascun istituto.

Per il prossimo anno scolastico, stando ai dati, aumentano i ragazzi rispetto all’anno scolastico 2013/2014 che entreranno in classe. Ben 243.722 saranno gli studenti delle scuole elementari, con un aumento di 4.664 iscrizioni, 154.479 (2.019 in più rispetto allo scorso anno) quelli che frequenteranno le scuole medie e 235.041 gli studenti dei licei, con un aumento di 1.213 iscrizioni. Il calendario pluriennale messo a punto dalla Regione – che rappresenta una novità, in quanto è il primo a livello nazionale che detta in maniera definitiva la programmazione della didattica – prevede, naturalmente, anche i periodi in cui le lezioni saranno sospese per le festività nazionali e per le vacanze di Natale e Pasqua.

Nel primo caso le lezioni saranno sospese ogni anno nelle date del primo e 2 novembre, 8 dicembre, 25 e 26 dicembre, primo e 6 gennaio, 25 aprile, primo maggio e 2 giugno. Le vacanze di Natale invece inizieranno il 23 dicembre e si protrarranno fino al 6 gennaio, mentre quelle di Pasqua inizieranno dai tre giorni precedenti alla domenica di Pasqua e si concluderanno il Lunedì dell’Angelo, con il ritorno sui banchi a partire dal martedì successivo. Nel corso dell’anno scolastico poi saranno garantiti i viaggi d’istruzione e le gite didattiche anche nei luoghi culturali disseminati nell’intero territorio regionale. Anche se quest’ultimo aspetto – a metà tra l’insegnamento e, a volte, la vacanza – potrebbe in futuro restare meno certo rispetto alla metodicità imposta dal calendario. Moltissime, infatti, le scuole di Roma e del Lazio che, a causa degli scarsi finanziamenti e delle coperture disponibili, hanno negli anni tolto dalla didattica la voce viaggi d’istruzione.