Sindacato di polizia: “Vogliamo Genny ’a carogna nostro nuovo capo”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 6 Maggio 2014 9:57 | Ultimo aggiornamento: 6 Maggio 2014 9:58
Sindacato di polizia: “Vogliamo Genny ’a carogna nostro nuovo capo”

Sindacato di polizia: “Vogliamo Genny ’a carogna nostro nuovo capo”

ROMA – Dalla trattativa Stato-mafia alla trattativa Stato-camorra. Sotto gli occhi del presidente del Consiglio Matteo Renzi e del presidente del Senato Grasso.

Se c’è un sindacato di polizia che più di tutti, in questo periodo, sta sparando a zero sulla gestione del prefetto Pansa, è il Coisp. Quello che siamo abituati a citare quando si parla delle contestazioni sotto l’ufficio della mamma di Federico Aldrovandi.

 

Scrive Silvia D’Onghia sul Fatto Quotidiano:

Franco Maccari, il segretario generale, dopo le scene di sabato si pone un interrogativo: “Il capo della Polizia dov’è? Forse assente perchè non ci sono agenti da definire ‘cretini’, non ci sono parole di censura da spendere per i poliziotti?”. “Ma lei lo sa che c’è un ferito grave anche tra gli agenti – spiega al Fatto Quotidiano –, ha 28 giorni di prognosi e nessuno gli ha fatto una telefonata”.

Maccari non cerca capri espiatori, “a differenza di altri, che adesso addossano le responsabilità al questore di Roma. È tutta un’ipocrisia. Prenda quel che succede costantemente in ordine pubblico: i funzionari di polizia trattano con gli organizzatori della manifestazioni”. Che non si chiamano Genny ’a Carogna, però. “Certo, non è un pensiero critico nei confronti di chi manifesta (e al cui fianco spesso vorremmo essere). Sto parlando del modus operandi, del fatto che, dopo il G8 Genova, ci siamo abituati a scendere a compromessi, a parlare con chiunque. L’atteggiamento è: dobbiamo farli sfogare. E questa politica si è rivelata fallimentare”.

Maccari parla di “colpevole inerzia di chi avrebbe dovuto tutelare i poliziotti. Signor capo della Polizia, venga nelle piazze e negli stadi a pagare con i poliziotti il tributo di sangue. Francamente nessun poliziotto, neanche i più anziani, si ricordano di lei in piazza o allo stadio”. Il segretario del Coisp lancia l’ennesima provocazione: “Visto come sa gestire l’ordine pubblico, proporremo Genny ’a Carogna come nuovo capo della Polizia”.