Stefania Pezzopane, Giornale: “Senatrice pd anti Cav impazzita per amore in tv”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 13 Ottobre 2014 15:07 | Ultimo aggiornamento: 13 Ottobre 2014 15:08
Stefania Pezzopane, Giornale: "Senatrice pd anti Cav impazzita per amore in tv"

Stefania Pezzopane bacia il fidanzato in diretta tv

ROMA – Stefania Pezzopane è passata dall’intransigenza contro Berlusconi nel dopo terremoto e nei giorni del voto sulla decadenza alle effusioni col fidanzato Simone Coccia in diretta su Canale5.

Scrive Cristina Bassi sul Giornale:

Non parlatele di differenza d’età. Stefania Pezzopane, 54 anni, alza subito la barriera dei cliché e del sessismo. Il suo promesso sposo, l’ex spogliarellista Simone Coccia, ha 24 anni di meno, ma lei scatta: «Sì, e che vuol dire? Pochi giorni fa Franceschini si è sposato con una donna che ha 20 anni meno di lui.

Invece se lo fa una donna…». Un punto a favore della senatrice Pd. Ma, parlando di pari opportunità in fatto di stereotipi, la Pezzopane comincia a ricordare quegli uomini tutti precisini che dopo i 50 perdono la testa, e il senso della misura, per una formosa e rampante ragazza.

Non certo per la storia d’amore in sé, piuttosto per la sovraesposizione mediatica e i toni adolescenziali. Ieri l’ultimo atto – in ordine di tempo – della telenovela. Stefania Pezzopane, senatrice della Repubblica, e il suo tatuatissimo fidanzato si sono baciati in diretta tv. Dove, se non nel salotto della domenica pomeriggio del berlusconiano Canale 5? In studio da Barbara D’Urso a Domenica Live la coppia si è lasciata andare a tenerezze, tra dichiarazioni d’amore per videolettera e nomignoli scherzosi. E il servizio sulla giornata tipo dei due innamorati che rimbalza da una seduta a Palazzo Madama a una sessione in palestra. Niente di nuovo per Simone Coccia, già tronista di Uomini e donne . La scena stona un po’ di più nella biografia di Stefania Pezzopane, che su Twitter si dichiara «iscritta al Pci il giorno che morì Berlinguer».

Dalle carriole anti Cav all’assaggio di reality in casa Mediaset, passando per le copertine dei rotocalchi, il passo è stato fin troppo breve. Nel periodo del dopo terremoto l’ex presidente della Provincia dell’Aquila si era distinta per la propria intransigenza.

E come vicepresidente della Giunta per le elezioni invocò «lucidità, rigore e serietà» nel decretare la decadenza da senatore di Silvio Berlusconi. Poi la svolta nazional popolare. C’era stato, certo, il simpatico siparietto con Barack Obama in visita all’Aquila nel 2009, quando per la foto di gruppo il presidente americano si fece più piccolo per raggiungere la presidente della Provincia, facendola molto divertire.

Nulla in confronto alla pioggia di selfie con Coccia, alla proposta di matrimonio di lui a Un giorno da pecora , all’apparizione della coppia qualche giorno fa alla buvette del Senato. «Con gli uomini ho sempre avuto un grande successo», ha dichiarato la Pezzopane, che è al settimo cielo. Dopo il bacio di ieri però i commenti comparsi sui social non sono tutti benevoli. Ci sono auguri e frasi cattive. In mezzo molti consigli di maggiore cautela e perplessità sulle uscite di una rappresentante delle istituzioni. «La senatrice – scrive una follower – credo sia davvero innamorata, felice di vivere questo momento, ma se fossi in lei non ci crederei più di tanto in questa storia, lui evidentemente spera di farsi notare e di trovare un lavoro». E un’altra: «La Pezzopane è liberissima di vivere la sua storia d’amore come vuole, ma adesso sta esagerando. Radio, giornali, televisione, che senso ha andare a sbandierarla ai quattro venti? Più che una senatrice sembra un’attricetta».

A dire il vero Stefania Pezzopane era partita piano. «La nostra è un’amicizia affettuosa. Ci siamo conosciuti e ci capita spesso di stare insieme», aveva spiegato con la consapevolezza della donna adulta. «Siamo molto diversi – proseguiva – ma proprio per questo il rapporto è così bello». L’amore dopo è sbocciato a favore di telecamera e in questo caso la mancanza di privacy non sembra essere un problema. Anzi, sembra che alimenti il fuoco.