Stefano Borriello morto in carcere. Prete: “Cucchi bis?”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 12 agosto 2015 10:36 | Ultimo aggiornamento: 12 agosto 2015 12:23
Stefano Borriello morto in carcere. Prete: "Cucchi bis?"

Stefano Borriello morto in carcere. Prete: “Cucchi bis?”

PORDENONE – “Ho l’impressione che sia un altro caso Cucchi…”. Quello di don Andrea Ruzzene è un brutto presentimento, si riferisce a Stefano Borriello, il ragazzo di 29 anni morto in carcere a Pordenone per un malore. Stefano era da due mesi in carcerazione preventiva accusato di una rapina. Scrive Il Gazzettino:

“Purtroppo – afferma don Ruzzene riferendosi in generale alle istituzioni – è stato abbandonato, nessuno si prendeva cura di lui e sono stati fatti degli sbagli incredibili”.

Il giovane bussava spesso alla porta della parrocchia della Beata Maria Vergine Regina, in via Sardegna. A volte per parlare, altre volte perché aveva bisogno di assistenza. Giovedì scorso don Andrea è andato a trovarlo in carcere. «Erano le 9.30 – racconta – Mi hanno detto che non poteva venire perché aveva la schiena bloccata. Volevo andare in cella, entrare come ministro del culto, ma non è stato possibile»…