Udine: 49 cuccioli stipati in un furgone senza cibo né acqua

di redazione Blitz
Pubblicato il 12 Novembre 2015 16:24 | Ultimo aggiornamento: 12 Novembre 2015 16:24
Udine: 49 cuccioli stipati in un furgone senza cibo né acqua

Gli agenti con parte dei cuccioli

ROMA – Stipati in tre scatoloni in un furgone, senza areazione, acqua o cibo. E’ così che la polizia stradale di Amaro (Udine) ha scoperto ben 49 cuccioli pronti per essere venduti nel nostro Paese. Il carico di animali, tutti piccolissimi e strappati troppo presto alla madre, proveniva dalla Slovacchia. All’alba una pattuglia ha individuato il furgone e ha cercato di fermare il conducente. Inutilmente, come spiega Alessandra Ceschia del Messaggero Veneto:

 

L’uomo alla guida del mezzo, un torinese di 60 anni, ha accelerato e ha tentato di scappare. Dopo un lungo inseguimento che si è protratto per una quindicina di chilometri la pattuglia ha bloccato il mezzo. I cuccioli, che erano privi di microchip e di documenti, sono stati presi in consegna dal personale della polizia stradale e trasferiti in caserma. Si tratta di bulldog francesi, maltesi, volpini, chihuahua, cavalier king, pastori tedeschi e pinscher che potranno essere adottati da chi ne farà richiesta.

“Il traffico illegale di animali è uno dei reati che colpisce maggiormente in quanto i cani viaggiano come merce, soprattutto di notte, rinchiusi in scatoloni o borse, nascosti nei bagagliai dove rimangono stipati per anche 10 o 11 ore senza bere o mangiare – osserva il comandante provinciale della Polizia stradale, Giuseppe Stornello -. In questo ultimo caso, per esempio, i cagnolini risultavano particolarmente sofferenti anche perché l’autoveicolo non era certo idoneo al trasporto di animali, quali un’adeguata aereazione, controllo della temperatura e coibentazione del mezzo.