Venezia, svendita palazzi Ca’ Foscari: bufera su Carlo Carraro

di Redazione Blitz
Pubblicato il 7 marzo 2014 10:02 | Ultimo aggiornamento: 7 marzo 2014 10:03
Venezia, bufera su Carraro per la svendita di tre palazzi

Carraro (LaPresse)

VENEZIA – Se ne parla come della svendita del secolo. È la cessione da parte dell’Università di Ca’ Foscari di tre palazzi storici in cambio di una palazzina di metà ‘900, anonima ex sede Enel, denominata Ca’ Sagredo.

Una permuta con il fondo immobiliare di investimento «Risparmio immobiliare uno energia» (la cui gestione è in mano alla PlensPlan Invest, controllata a maggioranza dalla Regione Trentino Alto Adige e da banche locali) per far nascere il polo linguistico, e eliminare, secondo i piani del rettore Carlo Carraro, il problema della dislocazione costosa e problematica in troppe sedi dei due dipartimenti della facoltà di Lingue.

Racconta il Messaggero:

La decisione è stata presa a porte chiuse dal Cda di Ca’ Foscari nel luglio 2013 e comunicata a docenti e studenti a fine novembre. La razionalizzazione viene contestata da docenti, personale amministrativo e studenti perché Ca’ Sagredo dovrebbe ospitare le attività delle attuali 5 sedi linguistiche, già insufficienti, con una riduzione del 36 per cento di superficie.

Inoltre c’è un problema di prezzo: si cedono tre storici palazzi come Ca’ Cappello, affacciata sul Canal Grande, costruita in epoca gotica e sede degli studi di area orientalistica a Venezia; Ca’ Bembo nel sestiere di Dorsoduro e palazzo Cosulich alle Zattere, affacciato sul Canale della Giudecca, per la palazzina ex Enel sulla base di valutazioni estimative che sollevano più di una perplessità e senza avere attivato una reale negoziazione migliorativa.

I tre edifici vengono valutati 35,2 milioni, mentre varrebbe 33,6 milioni Ca’ Sagredo, con una differenza di 1,5 milioni che sarà versata all’Università al momento dell’atto. I tre palazzi vengono ceduti mediamente a 4.500 euro al metro quadro, compresa Ca’ Capello, ma gli oppositori del progetto fanno rilevare che un palazzo sul canal Grande viene venduto mediamente a 8-10milaeuro al metro quadrato.