Ztl, la lista dei vip. Il Messaggero: “Tutti in centro grazie al dirigente dei vigili”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 29 Luglio 2014 12:43 | Ultimo aggiornamento: 29 Luglio 2014 12:43
(foto d'archivio)

(foto d’archivio)

ROMA – Stilisti, imprenditori, manager: 61 in tuttoi clienti vip dell’ex vicecomandante della Polizia municipale dei Parioli, Claudio Coppola, che, come scrive Adelaide Pierucci del Messaggero “nei tredici giorni monitorati dagli investigatori, ha ritirato 29 permessi, per lo più taroccati e destinati a professionisti di successo della Capitale”.

Centinaia di permessi “fasulli”, scrive Pierucci, “che ora rischiano di far finire sotto processo una sfilza di commercianti e imprenditori, in particolare del mondo della moda”.

Rischiano “di finire sotto processo”, continua Pierucci “per falso e truffa, oltre a Coppola, anche i suoi clienti, tra cui due eredi della nota maison dei Fendi (Luca e Guido Formilli Fendi, figli di Franca), il direttore della boutique di Valentino in via Condotti, Luigi Macchioni, Massimo Gemini, proprietario dell’Hotel Nazionale in piazza Montecitorio, Massimiliano Teichner titolare del bar in Piazza San Lorenzo in Lucina, e Massimo Fulvimario gestore della famosa trattoria Toto alle Carrozze, a un passo da piazza di Spagna”.

Secondo il pm “in concorso fra loro avvalendosi della qualità rivestita da Coppola – si legge nel capo di imputazione – con artifizi e raggiri consistenti nel produrre dichiarazioni ideologicamente o materialmente false inducevano in errore il personale dell’ufficio per la Mobilità, ottenendo in tal modo l’indebito rilascio del permesso Ztl”.