Acalasia: primo intervento all’esofago senza incisioni alla Clinica Chirurgica 3 di Padova

di Redazione Blitz
Pubblicato il 20 settembre 2018 10:11 | Ultimo aggiornamento: 20 settembre 2018 10:11
Acalasia: primo intervento all'esofago senza incisioni alla Clinica Chirurgica 3 di Padova

Acalasia: primo intervento all’esofago senza incisioni alla Clinica Chirurgica 3 di Padova

ROMA – Afflitta da acalasia esofagea, una patologia che impedisce la normale deglutizione e prima causa di reflusso gastrico, una donna di 39 anni è stata operata con successo all’esofago ma, per la prima volta, senza il ricorso al bisturi. L’innovativo intervento con tecnica POEM (Per-Oral Endoscopic Myotomy), senza bisogno di incisioni esterne, è stato condotto dal  prof. Lino Polese della Clinica Chirurgica 3 di Padova diretta dal Prof. Stefano Merigliano.

In pratica, si tratta di una operazione in endoscopia, con un bisturi interno manovrato da un endoscopio flessibile che ha inciso la mucosa prima di farsi spazio per 10 cm nella parete dell’esofago con l’aiuto di un idrodissettore: l’azione dell’acqua agevola lo scollamento dei tessuti per liberare il cardias, il punto nevralgico di congiunzione tra esofago e stomaco.

La signora è stata sottoposta comunque a anestesia generale, ma al risveglio non ha sofferto i postumi di un’operazione chirurgica normale. E dopo due giorni deglutiva e digeriva senza problemi o dolori. L’acalasia è una malattia inserita tra quelle rare ed è molto invalidante.