Aerosol non cura il raffreddore dei bambini. “In alcuni casi può essere anche dannoso”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 2 ottobre 2018 14:09 | Ultimo aggiornamento: 2 ottobre 2018 14:09
aerosol raffreddore

Aerosol non cura il raffreddore dei bambini. “In alcuni casi può essere anche dannoso”

ROMA – L’uso dell’aerosol, una moda tipicamente italiana che si è diffusa dagli anni settanta, pare abbia incontrato l’opposizione degli esperti. Secondo loro il dispositivo è utilizzato da sempre in modo improprio e senza alcuna conferma scientifica. 

Susanna Esposito, professoressa ordinaria di Pediatria dell’Università di Perugia e presidente dell’Associazione mondiale per le malattie infettive e i disordini immunologici, afferma:

“In più della metà dei casi la terapia con aerosol è inutile. Ha senso per la cura della bronchiolite, della bronchite asmatica e la laringite, al contrario non serve nella rinofaringite, faringo/tonsillite e otite, i comuni mali di stagione. Se c’è un eccesso di catarro nelle vie aeree alte l’unica pratica efficace sono i lavaggi nasali con soluzione fisiologica, facendo passare in liquido da una narice all’altra”.

Inoltre, sempre secondo la professoressa, l’aerosol in certi casi può essere potenzialmente dannoso. Nel mirino della scienziata ci sono principalmente i farmaci che vengono prescritti assieme alla terapia, ma anche il fatto che il dispositivo possa seccare le mucose e favorire l’attecchimento delle colonie batteriche. Nel caso dei mucolitici, ad esempio, non è stato scientificamente dimostrato che essi funzionino a dovere contro la bronchite asmatica, mentre i cortisonici utilizzati come broncodilatatori – non tutti efficaci in egual modo – andrebbero somministrati dopo i due anni di età, perché possono dare adito ad accelerazione del battito cardiaco e agitazione se dosati in eccesso.

Per quanto concerne la bronchiolite, sempre secondo l’esperta, sarebbe meglio usare l’aerosol senza farmaci. In tutti questi casi, nel broncospasmo e nella laringite questo strumento può comunque offrire concreti benefici.

Per i piccoli problemi che si possono avvertire d’inverno come raffreddore, mal di gola e tosse è bene, soprattutto per i bambini, bere molta acqua, umidificare gli ambienti, tenere una temperatura di circa 20° in casa, lavare spesso le mani e usare solo fazzoletti di carta.