Alzheimer e cuore, farmaci con valsartan pericolosi. Elenco medicinali a rischio

di Redazione Blitz
Pubblicato il 6 luglio 2018 8:40 | Ultimo aggiornamento: 6 luglio 2018 9:39
Alzheimer, allerta farmaci con valsartan: elenco di quelli a rischio

Alzheimer, farmaci con valsartan pericolosi. Elenco medicinali a rischio (Foto Ansa)

ROMA – Il principio attivo valsartan utilizzato in molti farmaci contro l’Alzheimer e in medicinali per patologie cardiache è stato ritirato dalle farmacie italiane su allerta dell’Aifa. [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] L’agenzia italiana del farmaco infatti ha scoperto che il principio attivo prodotto nello stabilimento della Zhejiang Huahai Pharmaceuticals, nel sito di Chuannan in Cina, presenta delle impurità. Per questo è stato disposto il ritiro dalle farmacie e da tutta la catena della distribuzione di oltre 700 lotti di farmaci prodotti da diverse case farmaceutiche e che si avvalgono del valsartan.

La sostanza trovata è la N-nitrosodimetilamina (NDMA), classificata come probabilmente cancerogena. Valsartan è un antagonista del recettore dell’angiotensina II usato per trattare l’ipertensione e l’insufficienza cardiaca.

L’Aifa ha diffuso la lista dei prodotti ritirati sul proprio sito e rivolge una serie di consigli ai cittadini. “Se il farmaco che assumi non è tra quelli indicati nell’elenco, puoi continuare regolarmente il trattamento. Se sei in trattamento con uno dei prodotti sopra elencati, consulta il medico il prima possibile per passare ad altri farmaci”.

“Non dovresti interrompere il trattamento senza aver parlato con il tuo medico – prosegue l’Aifa -, con il quale potrai concordare un trattamento alternativo (con altro medicinale a base di valsartan non interessato dal ritiro o con altro medicinale appropriato)”. “Se stai prendendo parte a una sperimentazione clinica con valsartan e hai dei dubbi, rivolgiti al clinico responsabile dello studio”, conclude l’agenzia.

L’AIFA ha anche fatto sapere di essere al lavoro insieme all’Agenzia Europea per i Medicinali (EMA) e alle altre agenzie europee per valutare il grado di contaminazione nei prodotti coinvolti e adottare misure correttive nel processo produttivo.

Per leggere l’elenco dei farmaci ritirati dall’Aifa clicca qui.