Arsenico, Codacons: “Chiudere i negozi che usano l’acqua avvelenata”

Pubblicato il 12 Aprile 2013 16:20 | Ultimo aggiornamento: 12 Aprile 2013 16:26

Acqua contaminata con l’arsenico, Codacons: chiudere negozi

VITERBO –  Chiudere tutti i negozi che usano l’acqua contaminata dall’arsenico. Lo chiede il Codacons che però, allo stesso tempo, punta a tutelare le attività danneggiate.

L’associazione dei consumatori chiede infatti la chiusura degli esercizi commerciali del viterbese che usano acqua contaminata ma avvia in favore di questi una class action contro ministero e Regione Lazio fino a un massimo di un milione di euro ad attività commerciale.

La richiesta arriva proprio nel giorno in cui a Viterbo vengono diffusi dati allarmanti sulla concentrazione e gli effetti dell’arsenico nell’acqua. Nei cittadini di Viterbo e 16 comuni del viterbese, interessati dall’emergenza arsenico nell’acqua, la concentrazione della sostanza nell’organismo è oltre il doppio rispetto a quella nella popolazione generale. Maggiori concentrazioni sono state rilevate anche nei bambini.