Arterie invertite, bimba respirava con un solo polmone: salvata con un “trapano” a radiofrequenza

di Veronica Nicosia
Pubblicato il 1 febbraio 2018 13:25 | Ultimo aggiornamento: 1 febbraio 2018 15:03
Arterie invertite, bimba respirava con un solo polmone: salvata con un "trapano" a radiofrequenza

Arterie invertite, bimba respirava con un solo polmone: salvata con un “trapano” a radiofrequenza

TORINO – Le arterie che portano il sangue dal cuore ai polmoni erano invertite alla nascita per una gravissima cardiopatia congenita. Nei suoi 6 anni di vita una bimba ha potuto respirare con un solo polmone, mentre l’altro era occluso. Una vita fatta di tre interventi a cuore aperto, con la piccola che si affaticava e ammalava spesso. Una nuova speranza è però arrivata grazie al team di medici dell’ospedale Infantile Regina Margherita di Torino, che con uno speciale strumento, una sorta di trapano a radiofrequenza, hanno liberato l’arteria occlusa della bimba e l’hanno dilatata con uno stent metallico, lo stesso usato per riparare le coronarie degli adulti. Un intervento non invasivo, che le permetterà di avere una vita normale.

La storia di questa piccola paziente inizia 6 anni fa. La bimba è nata con una cardiopatia congenita in cui aorta e arteria polmonare erano invertite rispetto ai ventricoli cardiaci. Per questo motivo la piccola è stata sottoposta a tre interventi a cuore aperto: il primo alla nascita, poi altri a 2 anni e 4 anni. Nonostante gli interventi, però, solo uno dei polmoni funzionava correttamente. Una condizione medica che implicava affaticamento e malattie frequenti per la bambina.

L’ultimo intervento, stavolta non invasivo, è stato eseguito dai cardiologi diretti da Gabriella Agnoletti dell’ospedale torinese. I medici sono partiti dall’inguine della bambina e ripercorrendo i vasi sanguigni sono arrivati fino all’occlusione dell’arteria, dove utilizzando uno speciale “trapano” che funziona con energia a radiofrequenza sono riusciti ad aprirsi un passaggio. Dopo aver aperto una via nell’arteria, i medici l’hanno dilatata con gli stessi materiali utilizzati per gli adulti e poi hanno applicato uno stent metallico, restituendole anche l’altro polmone. Un’operazione che le rivoluzionerà la vita, con due polmoni funzionanti. I cardiologi hanno dichiarato: “La bimba ora sta bene e in futuro potrà avere una vita del tutto normale”.