Asciugamani ad aria spargono batteri pericolosi nel bagno. Meglio usare la carta

di redazione Blitz
Pubblicato il 8 Settembre 2018 5:56 | Ultimo aggiornamento: 8 Settembre 2018 7:30
Asciugamani ad aria diffondono batteri

Asciugamani ad aria spargono batteri pericolosi nel bagno. Meglio usare la carta (foto Ansa)

LEEDS – Gli asciugamani ad aria dovrebbero essere banditi dagli ospedali perché, ogni volta che vengono azionati, diffondono batteri in tutto il bagno. A dirlo sono alcuni ricercatori dell’università di Leeds in Inghilterra, che hanno condotto uno studio in due bagni presenti all’interno di tre ospedali che si trovano in Gran Brtagna, Francia e Italia.

Secondo quanto rilevato, l’uso di salviette di carta riduce sensibilmente il rischio di infezioni che avvengono attraverso la diffusione dei germi dei pazienti ricoverati. All’interno dei bagn, gli studiosi hanno trovato altissimi livelli di batteri che provocano polmonite, gastroenterite, stafilococco aureo responsabile di infezioni varie ed enterococchi che causano infezioni difficili da trattare, specialmente ai pazienti sottoposti a chemioterapia.

Il professor Mark Wilcox, esperto in microbiologia medica a Leeds, ha dichiarato che “il problema inizia perché alcune persone non si lavano le mani correttamente. Quando le persone usano un asciugatore a getto d’aria, i microbi vengono espulsi e si diffondono nella toilette. L’asciugatore, attraverso l’aria che mette in circolo contamina l’asciugatore stesso, il pavimento, il lavandono ed altre superfici. Il rischio cresce di ben cinque volte rispetto all’uso della carta come asciugamano. Quest’ultima assorbe i microbi: se viene smaltita correttamente, non crea nessuna contaminazione”.

“Se le persone toccano quelle superfici rischiano di essere contaminate da batteri o virus” aggiunge Wilcox.

C’è da dire che, c ome scrive il Daily Mail che ha diffuso la notizia, lo studio è stato finanziato dall’European Tissue Symposium, un’organizzazione commerciale che rappresenta le aziende che producono asciugamani di carta. I ricercatori hanno però spiegato che la loro ricerca è stata condotta in modo indipendente.