Auricolari e cuffie per bambini: uno su due è pericoloso

di redazione Blitz
Pubblicato il 7 dicembre 2016 18:15 | Ultimo aggiornamento: 7 dicembre 2016 18:15
Auricolari e cuffie per bambini: uno su due è pericoloso

Auricolari e cuffie per bambini: uno su due è pericoloso (Foto Ansa)

NEW YORK – Vengono pubblicizzati e venduti come ‘sicuri per le orecchie’ dei bambini, ma in realtà la metà degli auricolari e delle cuffie di questo tipo non limitano il volume e anzi, in alcuni casi, producono suoni così rumorosi da essere pericolosi per le orecchie dei più piccoli. E’ quanto emerge dall’analisi condotta dal sito web The Wirecutter del New York Times, che si occupa di prodotti per i consumatori.

Su trenta auricolari e cuffie vendute per bambini, la metà non riduce il volume. Un ascolto è sicuro quando unisce volume e durata: più alto è il suono, minore dovrebbe essere il tempo di ascolto. Il limite stabilito per i posti di lavoro degli adulti è di 85 decibel per non più di 8 ore negli Stati Uniti. Nell’indagine 30 tipi di cuffiette e auricolari sono stati testati con la canzone ‘Cold Water’ e con il rumore rosa (un particolare tipo di rumore in cui le componenti a bassa frequenza hanno potenza maggiore, a differenza del rumore bianco in cui la potenza è uguale per qualsiasi frequenza), usato per testare gli apparecchi, per vedere se effettivamente limitavano il volume a 85 decibel.

Mettendo la canzone per 21 secondi al volume massimo d 114 decibel, la metà delle cuffie non riduceva il volume a 85 decibel. Con il rumore rosa, un terzo delle cuffie eccedeva il limite.

L’indagine ha anche testato la capacità delle cuffie di ridurre il rumore ambientale: molti bambini ascoltano infatti la musica in posti rumorosi, come aerei o macchine, e senza la possibilità di eliminare il rumore ambientale, si tende ad aumentare il volume. Solo 4 su 30 auricolari testate sono risultate capaci di farlo.

In ogni caso, anche con gli auricolari che effettivamente limitano il volume massimo, la supervisione è cruciale, dicono i medici: ”85 decibel non sono una soglia magica sotto cui si è al sicuro e sopra la quale le orecchie sanguinano”, commenta Brian Fligor, audiologo dell’Organizzazione mondiale della sanità. Il consiglio è di tenere il volume al 60% e far interrompere l’ascolto con le cuffie ogni ora. Se il genitore è vicino, il bambino con gli auricolari deve poter sentire quando gli fa una domanda.