Celiaci: prodotti senza glutine ma pieni di zuccheri, additivi, olio di palma…

di Redazione Blitz
Pubblicato il 13 luglio 2015 14:02 | Ultimo aggiornamento: 13 luglio 2015 14:02
Celiaci: prodotti senza glutine ma pieno di zuccheri, additivi, olio di palma

Celiaci: prodotti senza glutine ma pieno di zuccheri, additivi, olio di palma

ROMA – Il primo studio serio studio che analizza cosa c’è veramente nei prodotti per celiaci gluten-free, cioè senza il glutine responsabile della patologia, invita a non entusiasmarsi troppo: è vero, di glutine tra pane, biscotti ecc.., non c’è traccia, ma al suo posto è stata registrata una presenza ben maggiore delle normali farine di zuccheri (spesso al primo posto), additivi di provenienza non specificata, conservanti in quantità.

Il consiglio ai 165mila celiaci italiani che viene dall’Istituto zooprofilattico sperimentale di Torino è quello di non sottovalutare i rischi di una dieta fatalmente esposta a nuovi nemici, una volta vinto il glutine. Nadia Ferrigo su La Stampa fa il punto della situazione.

Anche se si trovano tra gli scaffali di una farmacia, meglio guardare con attenzione l’etichetta: conservanti e additivi sono sempre presenti in quantità di gran lunga superiori agli alimenti con glutine, così come lo zucchero e il famigerato olio di palma. «Chi non ha un’intolleranza al glutine diagnosticata e sceglie gli alimenti privi di glutine perché pensa siano più salutari sbaglia – dichiara Maria Caramelli, direttore dell’Istituto -. Ci sono moltissimi zuccheri, come si può vedere dalle etichette che spesso li riporta al primo posto. Poi troviamo addensanti, gomme, idrocolloidi e aromi che non vengono nemmeno specificati. Non sono di per sé nocivi, ma il problema è la ripetitività dell’esposizione».

[…] La varietà però è un’illusione: per il dolce o il salato, l’ingrediente principale è lo stesso – in molti casi, l’amido di mais – e a dare gusto e consistenza sono elementi artificiali. «La popolazione celiaca è in continuo aumento, ma ancora non possiamo valutare con precisione le conseguenze di una dieta che espone l’organismo a queste sostanza più volte al giorno – continua -. Tra bambini e adolescenti le allergie alimentari sono sempre più diffuse. L’invito è a prestare attenzione a quel che si porta in tavola». Insomma meglio non esagerare, anche perché a oggi non esistono studi a lungo termine sui rischi di una dieta del tutto gluten-free. (Nadia Ferrigo, La Stampa).