Individuate le staminali del cervello: verso nuove cure per la schizofrenia

Pubblicato il 9 agosto 2012 23:27 | Ultimo aggiornamento: 10 agosto 2012 0:27

ROMA – Le cellule staminali dell’intelletto sono state individuate. Almeno nei topi. Si tratta di un nuovo ‘tipo’ di staminali, cellule ‘immature’ in grado di specializzarsi, da cui prendono origine i neuroni coinvolti nelle funzioni cognitive superiori.

La scoperta pubblicata su Science realizzata da un gruppo internazionale di ricercatori guidati dall’Istituto di Ricerca Scripps di La Jolla in California, rappresenta un passo importante nello sviluppo di nuovi trattamenti per la cura di disturbi cognitivi come schizofrenia o autismo.

Lo studio dimostra che la diversità dei diversi strati del cervello degli animali complessi, il più esterno è dove risiedono le funzione cognitive superiori, sia determinato da una serie di diversi tipi di cellule staminali e non, come supposto finora, dal semplice ordine temporale con cui quelle che venivano considerate generiche staminali del cervello davano luogo ai neuroni.

Analizzando le cellule gliali radiali (Rgc) che danno luogo ai sei strati della corteccia cerebrale dei topi, i ricercatori hanno verificato che il compito di produrre lo strato esterno è assegnato invece a staminali specifiche.