Cervello: creata la schizofrenia in provetta, isolati i neuroni malati

Pubblicato il 13 Aprile 2011 14:37 | Ultimo aggiornamento: 13 Aprile 2011 16:34

ROMA – La schizofrenia è stata ”ricostruita” in provetta con una ‘manciata’ di cellule di pelle di pazienti, che sono state trasformate in neuroni. Lo studio, di ricercatori del Salk Institute for Biological Studies, in California, è stato pubblicato sulla rivista Nature e apre nuove strade per la sperimentazione dei farmaci contro questa malattia dai contorni ancora sfuggenti, che colpisce circa l’1% della popolazione mondiale. I ricercatori hanno preso normalissime cellule di pelle di pazienti schizofrenici e le hanno trasformate in neuroni con una tecnica ormai in uso atta a riprogrammare l’identità delle cellule adulte.

Ottenuti i neuroni, i ricercatori li hanno confrontati con neuroni analogamente ottenuti a partire da cellule di pelle di soggetti sani, notando che i ”neuroni schizofrenici” sono diversi, comunicano male tra loro e formano meno ponti di collegamento (sinapsi) l’uno con l’altro. Inoltre somministrando ai neuroni comuni farmaci antipsicotici, questi hanno preso a funzionare meglio migliorando le comunicazioni reciproche. Secondo i ricercatori ricostruendo la malattia del singolo paziente in provetta si ha una ”cavia personalizzata” fatta di cellule a disposizione per testare farmaci su essa prima di somministrarli al paziente e capire cosi’ se quei farmaci gli gioveranno o meno.