Coronavirus: bimbi alla Cecchignola negativi, caso sospetto a Olbia. Mille morti in Cina

di Redazione Blitz
Pubblicato il 10 Febbraio 2020 23:39 | Ultimo aggiornamento: 11 Febbraio 2020 8:26
Coronavirus, caso sospetto a Olbia. Bimbi in ospedale dalla Cecchignola

Coronavirus, caso sospetto a Olbia. Bimbi in ospedale dalla Cecchignola (Foto da ANSA)

ROMA – Due bimbi che erano in quarantena alla città militare della Cecchignola a Roma per il Coronavirus sono stati ricoverati all’ospedale Bambino Gesù. I bimbi sono negativi al test, ma hanno presentato altre patologie e sono stati trasferiti in via precauzionale.

Intanto a Olbia un nuovo caso sospetto è stato segnalato: si tratta di due coniugi rientrati da una vacanza in crociera con febbre e tosse. La condizione del marito della coppia si è aggravata la sera del 10 febbraio ed è stato trasferito all’ospedale San Francesco di Nuoro. Sale a oltre 1000 il bilancio dei morti per il Coronavirus in Cina. Lo rende noto il governo cinese.

Coronavirus, caso sospetto a Olbia

Due coniugi di Olbia sono stati segnalati come sospetti casi di coronavirus e sono sotto il monitoraggio dell’Unità di crisi locale del nord Sardegna, istituita dall’assessorato regionale della Sanità. La coppia è rientrata nei giorni scorsi da un viaggio su una nave da crociera e ha manifestato sintomi come febbre e tosse.

Da un paio di giorni marito e moglie sono tenuti in isolamento nel loro appartamento di Olbia, e tenuti sotto controllo dai medici, così come previsto dal protocollo sanitario. L’Unità di crisi sta seguendo l’andamento della sintomatologia e dovrà valutare se trasferire i coniugi in uno dei due reparti ospedalieri della Sardegna attrezzati per gestire l’emergenza, ossia l’Unità operativa complessa di Malattie infettive e tropicali dell’Aou di Sassari, o l’Unità operativa complessa di Malattie infettive del Santissima Trinità di Cagliari.

Già la settimana scorsa l’allarme coronavirus era scoppiato per un caso sospetto a Castelsardo, dove un bambino cinese di 2 anni aveva manifestato i sintomi del virus. Anche in quel caso era scattato il protocollo sanitario e l’isolamento a domicilio. Poi i test avevano stabilito che il piccolo era affetto da una semplice influenza di tipo B.

Regione Sardegna: “Situazione sotto controllo”

L’assessore alla Sanità della Regione Sardegna, Mario Nieddu, in merito alla segnalazione per sospetta infezione da coronavirus scattata il 10 febbraio a Olbia ha dichiarato: “La situazione è sotto controllo. Così come avvenuto per i precedenti sospetti abbiamo attivato l’Unità di crisi e sono in corso tutte le verifiche. Le persone per le quali è stato attivato il protocollo presentano un quadro che non rientra nemmeno nella definizione di ‘caso’ e per le quali abbiamo deciso di attivare comunque quanto previsto per l’emergenza nella massima cautela e per garantire agli assistiti e alla popolazione completa sicurezza. Anche in questa circostanza il sistema regionale per l’emergenza ha risposto tempestivamente”.

Coronavirus, marito si aggrava: trasferito all’ospedale malattie infettive

Si sono aggravate le condizioni di salute di uno dei coniugi di Olbia segnalati come sospetti casi di coronavirus. L’uomo della coppia presenta febbre a 39 e tosse molto forte, così l’Unità di crisi locale ha deciso per il suo trasferimento nel reparto Malattie infettive dell’ospedale San Francesco di Nuoro, dove è disponibile una stanza di isolamento a pressione negativa.

Nel frattempo, il personale del 118 sta portando i tamponi per i prelievi a Olbia, nella casa dove la coppia è in isolamento da venerdì sera. I tamponi saranno poi trasferiti a Cagliari per le analisi. L’uomo sarà trasportato con una barella a contenimento biologico e un’ambulanza del 118 fino al San Francesco. La donna invece, che presenta una lieve febbre, sarà tenuta sotto osservazione nella sua casa di Olbia.

Coronavirus, mille morti in Cina

Il numero di vittime, secondo le autorità, è arrivato a 1.011, dopo che nella provincia di Huberi, epicentro del virus, sono morte altre 103 persone. Secondo la commissione sanitaria di Hubei inoltre, vi sono altri 2.097 casi di contagio di coronavirus.

(Fonte  ANSA)