Coronavirus, quanto fa male in Italia: 50% guariti, 47% malati, 3% morti

di Redazione Blitz
Pubblicato il 2 Dicembre 2020 10:18 | Ultimo aggiornamento: 2 Dicembre 2020 10:18
Coronavirus, quanto fa male in Italia: 50% guariti, 47% malati, 3% morti

Coronavirus, quanto fa male in Italia: 50% guariti, 47% malati, 3% morti (Nella foto, il bollettino dell’1 dicembre)

Coronavirus e Covid per chi contrae infezione e sviluppa la malattia ma quanto male fanno davvero in Italia?

A ieri il conteggio diceva 1.620.901 contagiati, contagio diagnosticato via tampone e successive verifiche e conferme. Più di un milione e mezzi di italiani da febbraio a novembre. Quanto male hanno fatto coronavirus e Covid a questo milione e mezzo di italiani?

La metà o quasi guariti.

Ad ieri i guariti da Covid 19 in dieci mesi erano 784.595. Quasi la metà dei contagiati. Dunque quasi uno su due è guarito. Quanto male allora? Molti sono guariti a casa, limitando il male subito a febbroni, dolori articolari e muscolari, perdita temporanea di gusto e olfatto, astenia marcata e lunga, momenti di stanchezza mentale, quella battezzata “nebbia” cognitiva. 

A tanti guariti Coronavirus e Covid han fatto male ma non pesantissimo, tanto meno irrevocabile. Con l’incognita però degli strascichi, delle conseguenze a lungo termine. Non tanto il danno a gusto e olfatto, qui non si ha notizia di mancati recuperi dei due sensi. Quanto il danno non meglio definito di una sorta di affanno respiratorio persistente.

Ad altrettanti se non di più tra i guariti Coronavirus e Covid contratto ha fatto poco male: giorni di isolamento, giorni di malessere fisico e poi guariti appunto.

La metà o quasi malati

Del milione e seicentomila contagiati in dieci mesi un po’ meno della metà, per l’esattezza 779. 945 ad ieri risultavano malati. Virus e malattia sono ancora nel loro organismo. I più si curano a casa, decine di migliaia però ricoverati in ospedale. A questi quasi ottocentomila italiani virus e malattia stanno facendo male: relativamente poco o anche oggettivamente tutt’altro che poco.

Quanto male davvero si vedrà, individuo per individuo, nel decorso clinico. Qualcuno la ricorderà come una influenzona, qualche altro come un soffocamento, altri racconteranno dei dolori ovunque, più, quelli cui ha fatto meno male, smentiranno che sia una passeggiata e aggiungeranno: se non l’hai preso non te lo posso spiegare davvero.

In mezzo tra le due metà i morti

In mezzo tra le due metà del milione seicentomila italiani, in mezzo tra i guariti e gli oggi malati, i morti da coronavirus e Covid 19: a ieri 56.361 in dieci mesi (tredicimila a novembre). Fa più o meno il tre per cento dei contagiati. Tre volte su cento in Italia Coronavirus e Covid 19 fanno molto male. Tre volte su cento smontano l’organismo aggredito, determinano game over e spediscono al cimitero.